Quartararo recupera il settimo posto nel GP austriaco misto Manic « MotorcycleDaily.com – Notizie motociclistiche, editoriali, recensioni di prodotti e recensioni di moto

0
25


Il Motorrad Grand Prix von Österreich è stato pieno di azione e sorpreso con un finale drammatico quando la pioggia ha iniziato a giocare un ruolo chiave. Fabio Quartararo ha avuto un ritmo brillante sull’asciutto e stava immaginando le sue possibilità di conquistare un posto sul podio, ma un acquazzone pesante verso la fine della gara di 28 giri ha fatto svanire le sue speranze. Tuttavia, gli sforzi spettacolari del pilota Monster Energy Yamaha MotoGP di oggi sono stati comunque premiati con un settimo posto e 9 punti cruciali per il campionato.

C’era molta tensione sulla griglia con macchie di pioggia che cadevano mentre i piloti si sistemavano nelle posizioni di partenza prima della gara. Non sapevano cosa c’era in serbo per loro.

Quartararo è partito discretamente dal secondo posto in griglia, ma una grossa oscillazione alla curva 1 gli ha fatto perdere un po’ di slancio. Ha dovuto allargare il più possibile la sua Yamaha nell’impegnativo giro di apertura, mentre le bandiere bianche segnalavano che i piloti potevano cambiare moto. Il francese ha tagliato per la prima volta il traguardo al quinto posto. Ha perso temporaneamente una posizione a favore di Jack Miller, ma ha reagito e ha segnato un giro più veloce della gara finora, un 1’24.471, al giro 3. Il suo ritmo di 1’24 gli ha permesso di superare rapidamente Johann Zarco all’inizio del giro 5 , e poi ha abbassato la testa per avvicinarsi ai tre piloti davanti.

Il 22enne ha dimostrato di fidarsi completamente della sua YZR-M1 con varie coraggiose manovre di sorpasso. All’ottavo giro Quartararo era in testa alla gara mentre le bandiere sotto la pioggia sventolavano su tutto il circuito di Spielberg, ma la battaglia per il comando è continuata. Francesco Bagnaia ha avuto la meglio sul lungo rettilineo. Il numero 20 è andato largo alla curva 1 e ha perso un po’ di tempo, ma ha subito ripreso la sua caccia alla vittoria. Con le bandiere per la pioggia ritirate all’11° giro, il pilota Yamaha era desideroso di riprendere la lotta per il primo posto. Nonostante Bagnaia stesse prendendo il ritmo, El Diablo è rimasto con lui e ha risposto segnando di nuovo un altro giro veloce della gara, 1’24.451, nel tentativo di prendere la prima posizione, ma c’erano rivali con altre idee.

A nove giri dalla fine, Quartararo è andato largo alla curva 3 cercando di difendere il secondo posto da Marc Marquez. Tre giri dopo, le bandiere della pioggia sono tornate e presto il gruppo di testa era composto da sei piloti. L’uomo della Yamaha stava sognando le sue possibilità di vittoria e ha recuperato dal quarto al secondo posto, ma a tre giri dalla fine ha iniziato a piovere a dirotto. Cinque dei sei piloti di testa, compreso il francese, si sono tuffati tutti ai box.

Quartararo è rientrato in pista al quattordicesimo posto. Con alcuni piloti ancora fuori con le slick o in sosta ai box, i piloti che hanno optato per le gomme da bagnato sono stati in grado di risalire rapidamente la classifica. Il leader del campionato alla fine ha tagliato il traguardo al settimo posto, a 16.650 dal primo, allungando di 7 punti il ​​suo vantaggio in classifica.

I risultati odierni vedono Quartararo in testa alla classifica di campionato con 47 punti di vantaggio e 181 punti totali. Maverick Vinales, squalificato dal GP d’Austria, è sceso al settimo posto in classifica, con 95 punti. Monster Energy Yamaha MotoGP rimane al primo posto nella classifica a squadre con 276 punti. La Yamaha è ora al secondo posto nel campionato costruttori con 209 punti.

Il Monster Energy Yamaha MotoGP Team tornerà in azione tra due settimane sul circuito di Silverstone per il Monster Energy British Grand Prix.

MASSIMO MEREGALLI
DIRETTORE DELLA SQUADRA
Lo Spielberg Circuit ha un modo di produrre gare spettacolari, e anche oggi non ha deluso. I tifosi devono essere stati con il fiato sospeso, ma per noi è stato davvero un peccato che abbia piovuto verso la fine della gara della MotoGP. Fabio ha avuto un ottimo passo oggi, e ha anche mostrato grande fiducia nell’anteriore della sua Yamaha per battere i suoi rivali come ha fatto. Alcuni dei suoi sorpassi sono stati mozzafiato. Peccato che il duro lavoro suo e della squadra non sia stato premiato con un altro podio qui in Austria. È andato così vicino, ma la pioggia negli ultimi giri ha reso troppo pericoloso per lui continuare con le slick. Fabio è in testa al campionato e doveva tenerne conto. Ha evitato rischi inutili e puntando sul bagnato in quegli ultimi tre giri è comunque arrivato settimo e ha allungato di sette punti il ​​suo vantaggio in campionato. Certo, pensiamo a cosa sarebbe potuto essere, ma questi sono comunque risultati positivi, soprattutto su una pista che non è delle nostre migliori. Il prossimo è il GP di Gran Bretagna, che condivide il nostro title sponsor, Monster Energy. Non vediamo l’ora di dare il massimo tra due settimane, perché il ritmo di oggi è stato molto incoraggiante.

FABIO QUARTARARO
Diciamo che sono contento della mia gara asciutta. Sono contento perché sono rimasto con Francesco Bagnaia e Marc Marquez davanti. In questa pista questo è un buon passo avanti. Non pensavo al campionato finché non pioveva molto. Il sorpasso è stato spaventoso. Avevo Jorge Martin a sinistra, Marc Marquez a destra, non avevo un posto dove andare. Dissi: “Facciamo come al solito e freniamo forte”. Mi sentivo al limite, ma credo che sia stato uno dei migliori sorpassi della mia carriera. Sappiamo che Marquez e Martin sono “bravi frenatori”, quindi ho impressionato anche me stesso. Quando pioveva molto, ho avuto alcuni momenti. Ho visto Marquez entrare in pit lane e ho detto: “È ora di entrare”. Molti altri lo seguirono e io dissi: ‘Ora è il momento di pensare al campionato e vediamo i risultati’. Questa è stata, per me, la decisione giusta. Purtroppo ho perso la quinta posizione a causa di un errore. Ma alla fine è una bella sensazione lasciare l’Austria con un vantaggio di 47 punti. Questa è una pista in cui pensavamo di perdere punti. Per quanto riguarda Silverstone, in buone condizioni, saremo lì a lottare per la vittoria, questo è il mio obiettivo. Non vedo l’ora perché è uno dei miei brani preferiti.

Puoi seguire qualsiasi risposta a questa voce attraverso il RSS 2.0 alimentazione. Puoi saltare alla fine e lasciare una risposta. Il Pinging non è attualmente consentito.