Vinales sospeso da Yamaha – Non correrà questo fine settimana all’evento MotoGP austriaco « MotorcycleDaily.com – Notizie sulle moto, editoriali, recensioni di prodotti e recensioni di moto

0
36


  • 12 agosto 2021
  • Dirck Edge

Il team Monster Energy Yamaha MotoGP ha sospeso Maverick Viñales e ritirato il suo ingresso come pilota nell’evento MotoGP austriaco di questo fine settimana. Come spiegato nel seguente comunicato stampa, questa decisione è stata presa a seguito di “un inspiegabile funzionamento irregolare della moto” da parte di Vinales durante la gara della MotoGP in Stiria domenica scorsa.

Dietro le quinte, quanto segue viene riportato da più fonti. Apparentemente Vinales sentiva che la Yamaha aveva fatto qualcosa alla sua moto tra la prima partenza e la seconda (dopo l’incidente infuocato che ha coinvolto Dani Pedrosa e Lorenzo Savadori). A quanto pare la moto non ha funzionato bene dopo la ripartenza, andando addirittura in stallo e costringendo Vinales a partire dalla pit lane. Il padre di Vinales ha criticato apertamente la Yamaha per questa situazione.

È stato anche riferito che Vinales, sulla strada per l’ultimo posto, ha esagerato con la sua Yamaha M1 lungo il rettilineo anteriore durante ciascuno degli ultimi 3 o 4 giri, lasciando la moto in 5a e rifiutandosi di inserire la 6a marcia . Uno sguardo alla velocità massima di Vinales sul rettilineo negli ultimi giri è coerente con questo. Sembra che la Yamaha abbia concluso che Vinales stesse cercando di danneggiare il motore della sua M1. Ecco il comunicato stampa di Yamaha:

Yamaha si rammarica di annunciare che l’ingresso di Maverick Vinales all’evento MotoGP austriaco di questo fine settimana è stato ritirato dal team Monster Energy Yamaha MotoGP.

L’assenza segue la sospensione del pilota da parte della Yamaha a causa dell’inspiegabile funzionamento irregolare della moto da parte del pilota durante la gara MotoGP della Stiria dello scorso fine settimana.

La decisione di Yamaha segue un’analisi approfondita della telemetria e dei dati negli ultimi giorni.

La conclusione di Yamaha è che le azioni del pilota avrebbero potuto potenzialmente causare danni significativi al motore della sua moto YZR-M1 che avrebbero potuto causare seri rischi al pilota stesso e possibilmente mettere in pericolo tutti gli altri piloti in gara MotoGP.

Il pilota non verrà sostituito al GP d’Austria.

Le decisioni in merito alle gare future verranno prese dopo un’analisi più dettagliata della situazione e ulteriori discussioni tra Yamaha e il pilota.

Puoi seguire qualsiasi risposta a questa voce attraverso il RSS 2.0 foraggio. Puoi saltare alla fine e lasciare una risposta. Il Pinging non è attualmente consentito.