Pol Espargaro accusa Johann Zarco di contatto deliberato …

0
452



Pol Espargaro ha accusato Johann Zarco di 'volere il contatto' nella collisione che lo ha eliminato dalla Repubblica Ceca MotoGP dopo aver visto un podio e una possibile sfida per la vittoria terminare bruscamente.> Proprio come il vincitore finale Brad Binder sulla sorella KTM, Espargaro è stato guadagnando rapidamente l'ordine di testa quando è andato largo alla curva 1, recuperando fino all'apice solo per trovare l'ex compagno di squadra KTM Zarco che tornava all'interno sulla sua Avinita Ducati.Il contatto successivo ha fatto scivolare Espargaro in ritiro, con Zarco ha commesso una penalità sul giro lungo, che ha preso velocemente per mantenere la terza posizione alla bandiera a scacchi.Nelle citazioni prese dopo la gara – quando le emozioni volavano alte – ma andate in onda solo di recente sulla pagina Facebook di BT Sport MotoGP, Espargaro no Non mi trattengo nell'accusare Zarco di aver provocato deliberatamente l'incidente perché non voleva che finisse sul podio. "L'incidente … Zarco non si curava di me in quel momento, stava solo guidando e voleva un contatto, lui era looki ng per questo e mi ha spinto via e mi ha fatto schiantare. > “La direzione gara la vedeva in questo modo, quindi ha ottenuto la penalità, visto che la penalità qui non era sufficiente poteva ancora avere un podio. Ha fatto una caduta quel ragazzo che sarebbe finito davanti a lui, quindi non sarebbe salito sul podio. Per lui è stato il lavoro perfetto ". Nonostante la rabbia di Espargaro, in molti hanno ritenuto che si trattasse di un incidente di gara e hanno denunciato la penalità a Zarco, anche se alla fine non ha influito sul suo risultato. ha ammesso che all'epoca si aspettava la penalità sul giro lungo perché il loro contatto – anche se un incidente – ha portato un pilota a staccarsi. “Quando abbiamo avuto il contatto, non ero sicuro che fosse caduto ma non lo sentivo più . Ero un po 'preoccupato perché so che le regole sono piuttosto rigide, ma nessuna penalità era in arrivo, quindi ho pensato di essere OK. "Quando ho preso Fabio e l'ho superato, poi ho preso la penalità sul giro lungo, che è stato un peccato perché dal terzo posto pensavo di perdere posizione e che sarebbe stato difficile lottare per il podio. Quando nessuno mi ha superato, ho preso un secondo vento e ha funzionato bene. "Ho visto la penalità e ho pensato che l'avrei fatto immediatamente, quindi non perdo la concentrazione e sono rimasto sorpreso di sentire di averlo fatto incredibilmente. Per me mi aspettavo che arrivassero ragazzi e perdo due o tre posizioni, ma non è arrivato nessuno. È la prima volta che faccio tutto l'angolo così largo! "