WORKSHOP: Come costruire una moto da pista piatta legale

0
450



Il motore motolindrico parallelo Kawasaki 650cc potrebbe essere l'unità prescelta per la gamma di macchine da licenza A2 Kawasaki come la Z650 e Vulcan S nel Regno Unito. Ma negli Stati Uniti, il motore senza pretese da 70 CV assume un ruolo completamente diverso.> Cerchi di acquistare o vendere una moto? Prova oggi il nostro mercato! La sua natura leggera e compatta significa che si adatta perfettamente alla fiorente scena dei binari piatti, in cui le motoclette alimentate dal motore raffreddato a liquido assumono la potenza dei gemelli a V Harley-Davidson in un breve percorso di un quarto di miglio ma che ne dici di quando le corse sono finite ed è tempo di guidare su strada? La maggior parte delle motoclette idonee per eventi su pista piatta sono adatte all'uso su strada. Non hanno freno anteriore, geometria a rotta di collo e immenso potere di pesare i rapporti che li rendono una specie di animale da vivere con uno sulla strada. Ciò non ha impedito a Ryan Malony di volerne uno però. E quando non era disponibile nessuna moto da pista su strada legale, ha iniziato a costruire la propria. Ecco la storia di come l'ha fatta.> Cerchi di comprare o vendere una moto? Prova oggi il nostro mercato! "Sono un tecnico a tempo pieno di riscaldamento e condizionamento e un costruttore di motoclette a tempo parziale fuori dal mio seminterrato. Le motociclette sono nella mia vita da quando ero un bambino. Tutta la mia famiglia corre su pista piatta; È sicuramente nel nostro sangue. Ho corso da quando ero giovane, tutto, dalla pista sterrata alle auto da corsa. Sono ossessionato dall'andare veloce. "Ho iniziato a costruire motoclette quando ero piccolo, per iniziare a costruire le mie moto da BMX freestyle per iniziare, e man mano che crescevo i miei giocattoli dovevano diventare più freschi e veloci. Odio le moto di scorta, quindi non posso fare a meno di modificare, tagliare e annoiare ciò che costruisco. "Tutto è iniziato da una discussione su quanto sarebbe bello avere una Grand National (pista americana di alto livello) in moto per la strada e poi ha iniziato la negatività da parte di tutti dicendo che sarebbe stato orribile da guidare, non avrebbe funzionato, sarebbe troppo nervoso … bla bla bla. Ciò significava che dovevo costruire la migliore grand bike nazionale per la strada … “Ho scelto un motore Kawasaki 650 del 2012 e ho deciso di guidare un telaio centrale J&M con un ammortizzatore Penske. Ho allungato il braccio oscillante per allungare un po 'la moto (per una maggiore stabilità) e ho avuto tre pinze completamente regolabili che mi hanno permesso di comporre la moto per l'uso su strada. Ho usato le forcelle Öhlins da una R1 del 2015 e mi sono rasato una gamba per eseguire un unico freno. Sono andato con i freni di Beringer, con una parte anteriore di sei pistoni e una posteriore di quattro pistoni. La parte anteriore esegue un disco da 310 mm su ruote a cambio rapido da 19 pollici, il che significa che posso far cadere il disco anteriore per una guida piatta. "Ho lavorato con Anthony Cicero da 16w Fabworks per realizzare tutte le parti CNC con le nostre pedane una tantum con cuscinetti sigillati, piastre laterali CNC per coprire i componenti elettrici, il cavalletto, le pedane, il supporto del serbatoio degli ammortizzatori posteriori, il cambio e il freno." I ha anche lavorato con la razionalizzazione di Air Tech per creare una sezione di coda in fibra di carbonio personalizzata e i numeri di targa e i sedili Saddleman hanno creato un posto unico per me. Il serbatoio del carburante proviene da un XR750, con una pompa del carburante integrata per il mio impianto EFI. "Il dolore maggiore è stato quello di ridurre i cablaggi e sbarazzarsi di tutto ciò che non mi serviva. Mi ha dato un calcio nel culo e mi ha combattuto tutto il tempo, ma alla fine ci sono arrivato! Per la vernice personalizzata sono andato all'unica persona di cui mi fido, e quello è il Graphix di Bert: l'ha ucciso come al solito. Gli ho fatto dipingere la mia amica Jessica Coffin sul serbatoio e poi il nome della moto "Nightmare". La moto ha preso il nome perché tutti dicevano che sarebbe stato infelice guidare e provare a farmi del male ad ogni curva, quindi si adatta perfettamente. "È un motore abbastanza mite ma è un fottuto animale da guidare in quanto pesa meno di 140 kg e ama impennare. È sinceramente una delle moto più divertenti che ho guidato e costruito. È una sensazione così incredibile guidare una moto che puoi superare l'ispezione Tech in una grande gara nazionale, ovviamente togliendo il freno anteriore e riuscendo a guidarlo sulla strada e ferendo alcuni sentimenti. Questa moto non è stata costruita per essere baby, è stata costruita per essere martellata e maltrattata. "Voglio anche ringraziare i miei sponsor, i freni Beringer, i sedili Saddleman, i Fabw 16w e Berts Graphix per tutto il loro aiuto." Puoi dare un'occhiata all'incubo e ad alcune altre build di Ryan sulla sua pagina Instagram: @ maloney525_