Moto Guzzi presenta il modello di produzione Mandello V100 con specifiche « MotorcycleDaily.com – Notizie, editoriali, recensioni di prodotti e recensioni di moto

0
13


Moto Guzzi ha preso in giro la nuova V100 Mandello in inizio settembre e ora svela il modello di produzione con le specifiche dettagliate nel comunicato stampa qui sotto.

Se il marchio Moto Guzzi ti fa pensare al design industriale e alla tecnologia precedente, ripensaci. La nuova V100 Mandello è, secondo Moto Guzzi, “la prima moto al mondo ad offrire un’aerodinamica adattiva”. Dispone inoltre di sospensioni semi-attive, cambio rapido e altre tecnologie moderne.

Date un’occhiata alle foto e al seguente comunicato stampa su questa Moto Guzzi new age che cilindrata 1.042 cc e mette fuori “più di 115 cavalli”. Nessuna parola ancora sui prezzi negli Stati Uniti.

PRESENTATA IN ESCLUSIVA A EICMA . LA MOTO GUZZI V100 MANDELLO

MOTO GUZZI PIANIFICA LA FUTURA INNOVAZIONE MOTO CON UNA BICICLETTA COMPLETA, POTENTE, CONFORTEVOLE, DIVERTENTE E RICCA DI TECNOLOGIA DI PRIMO ASSOLUTO

LA PRIMA MOTO AL MONDO AD OFFRIRE AERODINAMICA ADATTIVA. LA PRIMA MOTO GUZZI DOTATA DI SOSPENSIONE SEMI-ATTIVA, PIATTAFORMA INERZIALE, ABS IN CURVA, CAMBIO RAPIDO E COME ANTICIPATO, RAFFREDDAMENTO A LIQUIDO

COMPATTA, SPORTIVA E DINAMICA, GUIDA COME UNA ROADSTER, MA CON IL COMFORT E LA VOCAZIONE AL VIAGGIO TIPICA DEI MIGLIORI TOURER

Nel celebrare il suo centenario nel 2021, Moto Guzzi celebra non solo un traguardo, ma piuttosto un punto di partenza, una base su cui costruire il futuro. L’inizio di un nuovo secolo in cui Moto Guzzi continuerà a produrre moto magnifiche, autentiche e dal carattere forte.

Trasudanti di fascino e tecnologia all’avanguardia, queste moderne macchine saranno orgogliosamente realizzate in Italia, come sempre, presso lo stabilimento di Mandello del Lario, che continuerà ad essere l’epicentro della passione Moto Guzzi.

Anche la sede di Moto Guzzi beneficerà di un nuovo look, frutto di un ambizioso progetto di ricostruzione, ampliamento e sviluppo nei prossimi anni. La fabbrica sarà aperta al pubblico, diventando un luogo di incontro e condivisione dell’amore per il motociclismo. Questa nuovissima visione industriale, basata sui concetti di sostenibilità ambientale e sull’uso efficiente delle risorse, servirà a promuovere un patrimonio tecnico e culturale del tutto unico, bilanciando attentamente tradizione e innovazione, ingegneria e design.

Moto Guzzi V100 Mandello, un primo passo verso il 2121

“100” come nella storia scritta nel suo primo secolo, fatta di passione, abilità, innovazione e successo, sia sportivo che commerciale. “100” come nel secondo secolo appena iniziato. “100” per indicare, come da tradizione Moto Guzzi, la cilindrata del nuovo modernissimo motore, base per una famiglia di moto di nuova generazione che verrà alla luce in futuro.

Moto Guzzi V100 Mandello segnerà l’inizio di un nuovo capitolo nella storia di Moto Guzzi. Una moto che rifiuta di conformarsi o rientrare in una sola categoria, unirà l’estro dinamico alla vocazione al viaggio che vive nell’anima di ogni Moto Guzzi. Una Moto Guzzi inedita, caratterizzata da una tecnologia all’avanguardia, poiché il marchio apre la strada al futuro con soluzioni tecniche e aerodinamiche innovative.

V100 Mandello presenterà anche un innovativo design che, come per tutte le Moto Guzzi, punta a mettere in mostra l’unico e inimitabile motore bicilindrico a V. Linee tutt’altro che nostalgiche e che offrono a presa moderna sui capisaldi dello stile Moto Guzzi. Lo si vede nelle forme del serbatoio, che sembrano modellate direttamente sulle muscolose testate motore, nelle fiancate sottosella, le cui asole sono un chiaro richiamo alla mitica Le Mans del 1976, e nelle cupolino, un omaggio alla Le Mans 850 III del 1981. Una moto del 21° secolo, nello stile e nella tecnologia, che incarna il carattere e l’autenticità tipici di tutte le Moto Guzzi.

Moto Guzzi V100 Mandello rappresenterà una svolta nella storia del marchio, il progetto introduce alcune importantissime novità tecnologiche. sarà il vero prima motocicletta ad offrire l’aerodinamica adattiva, e la prima Moto Guzzi ad essere dotata di soluzioni elettroniche avanzate come il piattaforma inerziale a sei assi, ABS in curva, sospensione semi-attiva, e il cambio rapido, per citare solo alcune delle caratteristiche più importanti.

E sarà la prima Moto Guzzi ad essere motorizzata dal nuovo motore “compact block”, con le sue sofisticate caratteristiche tecniche. La tradizione è rispettata con l’architettura a V trasversale di 90° del bicilindrico, che garantisce quell’erogazione di coppia unica e l’inimitabile sound Moto Guzzi, ma il progetto è in realtà tutto nuovo.

Un design innovativo ha permesso lo sviluppo di un’estrema compatto e leggero motore, che è 103 mm più corto del V85 TT small block. Il nuovo bicilindrico si distingue tra tutti i motori di recente costruzione a Mandello del Lario per le testate, ruotate di 90°, una scelta che aumenta il comfort a bordo e razionalizza il posizionamento dei componenti nei sistemi di aspirazione e iniezione elettronica.

Il suo spostamento effettivo equivale a 1042cc, mentre il tempismo comporta a doppio albero a camme in testa con i follower delle dita e quattro valvole per cilindro, che sono azionati a catena. Sfoggia anche un sistema di lubrificazione a carter umido, a raffreddamento a liquido sistema e una frizione in bagno d’olio a comando idraulico.

Prestazione non è seconda a nessuno, con una potenza superiore a 115 CV e coppia superiore a 105 Nm, con il 90% già disponibile a 3500 giri e il limitatore tarato a 9500 giri. Dati che mostrano con efficacia il carattere e la potenza del nuovo motore, grintoso e con guida reale già a bassi regimi, e in grado di offrire un’esperienza di guida degna del nome Moto Guzzi.

La trasmissione ad albero impiega un lungo forcellone monobraccio in alluminio, ora posizionato a sinistra. La posizione di uscita dell’albero di trasmissione, molto più bassa rispetto ai precedenti motori Moto Guzzi, annulla qualsiasi reazione delle sospensioni dovuta al trasferimento di coppia, senza necessità di leveraggio sul forcellone. Questo permette una guida fluida sia in accelerazione che in rilascio, come quella offerta da una trasmissione a catena, ma con i vantaggi tipici dell’albero, quindi minore manutenzione e maggiore pulizia.

Il carattere sportivo di V100 Mandello non ha a che fare solo con le prestazioni del nuovo motore, ma anche con le doti di a chassis compatto e maneggevole, che regala emozioni nelle curve e nei tratti veloci ma anche vera stabilità nei viaggi più lunghi, con quel feeling inimitabile della ruota anteriore, sinonimo di divertimento e piacere di guida. Questo anche grazie al telaio in tubo d’acciaio con passo da 1486 mm, frutto di una cultura costruttiva Moto Guzzi di prim’ordine e ideale per esaltare l’agilità della moto.

La sua attitudine al turismo è potenziata grazie al significativo comfort che la generosa sella e la posizione di guida attiva e rilassata consentono. L’adozione di un unico manubrio in alluminio a sezione variabile è in linea con la filosofia del modello, perfetto per garantire il controllo durante la guida sportiva offrendo anche una posizione di guida più alta e rilassata durante il tour. Viaggio in due persone è alla base del progetto, il passeggero che può contare su una porzione di sella importante e ben imbottita e su pratiche maniglie di presa, con una postura che assicura un viaggio rilassante. Il catalogo accessori completo e dedicato comprende anche un set di valigie moto, che non necessitano di supporti aggiuntivi per il montaggio e contengono sia l’ingombro laterale che il peso della moto. Anche la tecnologia Moto Guzzi contribuisce ad aumentare sia il comfort che la protezione dell’aria, con la prima adozione al mondo di un sistema aerodinamico adattivo che regola automaticamente la posizione dei deflettori ai lati del serbatoio da 17,5 litri in base alla velocità e al Riding Mode selezionato. Le appendici aerodinamiche completamente rialzate riducono del 22% la pressione dell’aria sul pilota, portando V100 Mandello vicino al livello di protezione dell’aria offerto dalle tourer più voluminose e meno sportive, grazie anche alla protezione fornita dal cupolino, la cui altezza può essere regolato elettronicamente.

Questo sistema contribuisce a ciò che è un pacchetto di elettronica di prim’ordine, comprendente il Ride by Wire elettronico acceleratore per un preciso controllo delle prestazioni e dei consumi, l’avanzato Centralina Marelli 11MP, il piattaforma inerziale a sei assi per una gestione efficace dei comandi elettronici, del cruise control e ABS in curva per garantire la sicurezza attiva durante la frenata in curva.

quattro Modalità di guida sono disponibili, vale a dire Viaggiare, Sport, Piovere e Strada. Ognuno di questi gestisce tre diverse mappature del motore, quattro livelli di controllo della trazione, tre livelli di freno motore e (nella versione che li introduce di serie) anche taratura delle sospensioni semiattive Öhlins Smart EC 2.0, che si adatta automaticamente, minuto per minuto, al tipo di guida e alle condizioni stradali, per il miglior comportamento possibile della moto in ogni situazione.

Come sempre, la tecnologia Moto Guzzi non mira solo a garantire una guida sicura ed emozionante, ma anche a facilitare la vita a bordo. Il pilota deve solo selezionare il Riding Mode che meglio si adatta alle proprie esigenze di guida per beneficiare della migliore regolazione automatica dei parametri elettronici, anche personalizzabili in modo che ogni pilota possa trovare le proprie impostazioni preferite. Di serie è incluso anche il colore 5″ Strumentazione TFT, illuminazione full LED con DRL e il “luci di piegatura sistema con una coppia di luci aggiuntive che illuminano tutta la curva, aumentando la visibilità in piega.

V100 Mandello è disponibile in due versioni, che si differenziano per l’allestimento. La versione più completa prevede di serie le sospensioni semiattive Öhlins, ma anche il cambio rapido, le manopole riscaldate e la piattaforma multimediale Moto Guzzi MIA che permette di collegare uno smartphone alla strumentazione via Bluetooth per estenderne le funzioni. Moto Guzzi MIA comprende sia il sistema di infotainment per la gestione dell’assistente vocale, delle telefonate e della musica tramite gli intuitivi comandi al manubrio, sia la funzione GPS, che permette al pilota di visualizzare le indicazioni stradali direttamente sul quadro strumenti una volta impostata la destinazione sullo smartphone .

Puoi seguire qualsiasi risposta a questa voce attraverso il RSS 2.0 alimentazione. Puoi saltare alla fine e lasciare una risposta. Il Pinging non è attualmente consentito.