Il pilota automatico Tesla avanza – FSD Beta 9 full self drivi…

0
18


PER quei proprietari di Tesla che hanno acquistato l’opzione FSD (o Full Self Driving) per le loro auto, la versione 9 Beta è ora disponibile come aggiornamento via etere. Ciò offre capacità di guida autonoma a strade e strade non autostradali, principalmente attraverso lo stagno negli Stati Uniti per ora.

Sebbene Tesla sia molto chiara e concreta nelle note di rilascio che questo non è un servizio di guida completamente automatizzato e coloro che hanno pagato per l’accesso alla beta di FSD ora non possono fare un pisolino mentre l’auto guida.

Al contrario, infatti, affermando nelle note di rilascio “Potrebbe fare la cosa sbagliata nel momento peggiore, quindi devi sempre tenere le mani sul volante e prestare particolare attenzione alla strada”.

Musk afferma inoltre che i sensori e le telecamere ora si baseranno sulla visione per iniziare a raccogliere informazioni più dettagliate, come gesti delle mani, luci e informazioni specifiche.

Cosa significa questa versione di Tesla Self Driving per i motociclisti del Regno Unito?

Semplicemente, è un “avvertimento” del futuro. Guida autonoma sta già lentamente (ma sicuramente) implementato nelle auto nel Regno Unito.

Forse non adottato al ritmo in quanto gli Stati Uniti stanno saltando a letto con il pilota automatico – in parte a causa della natura complessa delle strade britanniche – ma quest’ultima versione FSD 9 introduce (o scatena, a seconda della tua posizione) il pilota automatico su strade non dissimili da quelli trovati qui nel Regno Unito.

Guarda una Tesla navigare in una rotonda:

Il pilota automatico è ancora agli inizi, e ovviamente in modalità Beta, con molto lavoro da fare prima che sia pronto per il rilascio pubblico. Un tester americano Tesla FSD Beta e YouTuber Trevor Mahlmann hanno testato l’ultimo aggiornamento in una situazione di “svolta a sinistra non protetta”, con la piena guida autonoma per vedere se i sensori avrebbero riconosciuto il particolare pericolo di attraversare una strada trafficata.

Chiaramente la tecnologia è ben lontana dall’essere pronta per l’uso pubblico, ed è molto nella fase di sviluppo della “raccolta dati”, e senza dubbio il governo e le compagnie assicurative prepareranno il “ma chi è in colpa se va storto” discussione.

Quindi preparati, lettori di Visordown, presto condividerai la strada con veicoli elettrici a guida autonoma.

Guarda: Honda CB1000R vs Suzuki GSX-S1000