Mondo Gare

i suoi segreti raccontati da mamma Stefania

Al terzo anno di MotoGP Luca Marini ha trovato la giusta maturità: “Per andare sul podio oggi devi avere tutti i pezzi a posto, lui è sempre stato determinato”.

La primavera della MotoGp ha portato a sbocciare Luca Marinoche al terzo anno nella categoria vive la sua maturazione: dopo essere stato tra i più veloci con la Mooney VR46 nei test, ha colto il podio sia nella Sprint Race (3^ posizione a Terme di Rio Hondo) sia in un GP domenicale (2^ posizione ad Austin). Testimone di un ragazzo determinato a fare un mestiere della sua passione è mamma Stefania Palmache ha raccontato le sue emozioni a ‘La Gazzetta dello Sport’.

Marini a podio, le emozioni di mamma Stefania

Mamma Stefania è abituata al clima delle corse, ma non è stato il matrimonio con Graziano Rossi a far scoccare la scintilla, né le imprese di Valentino che ha seguito vent’anni in giro per il mondo: “Ho sempre amato i motori e per anni ho vissuto diciamo in maniera ‘impegnativa’ i giorni che vanno dal giovedì alla domenica pomeriggio, ma sono maturata; con Valentino ero giovane e meno agitata, con Luca invece più apprensiva. Ho vissuto la festa negli Stati Uniti con la videochiamata della sua fidanzata, poi ci siamo messaggiati: andrò a Jerez. C’è voluto un po’ di tempo, perché la MotoGP di oggi esige che tutti i pezzi si incastrino per essere competitivi: una bellissima domenica. Valentino mi ha mandato una foto di Luca da piccolo, è stato un momento-famiglia”.

Stefania Palma, Luca tra passato e futuro

“Luca è sempre stato tranquillo, volenteroso nel migliorarsi senza mai abbattersi: mi spiace di averlo, se non ostacolato, frenato quando era piccolo, lui è sempre stato appassionato e convinto delle sue scelte: per lui sognavo un futuro da medico, o almeno da ingegnere” svela Stefania Palma “Il problema era secondo me che intraprendevo questa professione con un fratello ingombrante: è stata una bella incognita. Adesso nessun traguardo gli è precluso, se avrà una moto competitiva: ha una mente cristallina, sarebbe stato un ottimo scienziato. In estate si sposa e questo lo farà crescere ancora: se arriva un nipotino dopo Giulietta, ringiovanirò di altri dieci anni. Meglio Ducati o Yamaha? A me piace il pilota italiano su una moto italiana”.

Stefania Palma, il rapporto tra Luca e Valentino

I successi di Marco Bezzecchi e Luca Marini con la Mooney VR46 sono sotto gli occhi di tutti: il riminese, che ha vinto a Termas de Rio Hondocentrando il terzo gradino del podio a Portimao, guida la classifica iridata a +11 sul campione in carica Francesco Bagnaia, e Luca ha conquistato il primo podio della carriera ad Austin, con un piazzamento nei primi a tre nelle Sprint Race ciascuno. La versione ‘imprenditoriale’ di Valentino, che ha già lanciato appunto gli iridati Bagnaia e Morbidelliè in realtà casereccia: “Imprenditore è una parola grossa, diciamo che è un maestro che ha fatto centro con la Accademia perché appassionato, lui e Simoncelli l’hanno inventata per la noia di allenarsi da soli. Ha sempre consigliato, guardato, seguito Luca, anche se quando era all’apice della carriera non aveva il tempo di portarlo alle minimoto”.

Due Ruote News

Due Ruote News, Prove su strada moto. Test drive e comparative video, Saloni e news sul mondo del motociclismo.

Articoli correlati

Back to top button