L'iniziativa tedesca sul rumore richiede misure estreme per …

0
246



Una nuova proposta progettata per combattere i motociclisti rumorosi è stata presentata in Germania con una serie di richieste selvagge che vanno fino al divieto dell'uso di motociclette su determinate strade durante i fine settimana.> Cerchi di acquistare o vendere una moto? Prova oggi il nostro mercato! Il problema delle motociclette rumorose è diventato un punto critico sempre più vocale per i residenti in Europa che sostengono che i motociclisti sono diventati un fastidio con le motociclette rumorose. Le loro lamentele hanno attirato l'attenzione di vari consigli, anche se l'aumento dei dispositivi utilizzati per misurare i livelli di decibel è qualcosa da fare. Il ben noto radar Meduse in Francia ha già raccolto polemiche ma apparentemente ha galvanizzato altri paesi per iniziare le proprie iniziative. In Germania, sono stati installati misuratori di livello per avvisare i motociclisti se le loro motociclette sono troppo rumorose, complete di un segnale stradale di un bambino che dice "danke" se ci si prende cura di lui – anche se non è chiaro se le penalità saranno applicate a coloro che ottengono un 'leiser' flash.Per maggiore preoccupazione per le moto, però, c'è la Motorcycle Noise Initiative, ideata dall'ufficio per la protezione dal rumore del governo statale Baden-Wurttenberg e dai consiglieri locali, che richiede maggiori controlli sul rumore della moto e formula una serie di raccomandazioni che vanno da eccessivo a insondabile.> Cerchi di acquistare o vendere una moto? Prova oggi il nostro mercato! Lo schema mira in definitiva a incoraggiare i ciclisti a rotolare nelle aree costruite, ma l'iniziativa si spinge fino a chiedere nuove norme che vietino efficacemente gli scarichi aftermarket e persino adeguano la melodia degli scarichi montati in fabbrica su nuovi modelli . Vuole quindi che vengano multati coloro che manomettono gli scarichi. Inevitabilmente, l'iniziativa richiede un maggiore monitoraggio della polizia e uno spostamento generale verso l'automobilismo elettrico quasi silenzioso, ma esiste una raccomandazione ancora più estrema per i motociclisti che devono essere banditi del tutto da determinate aree nei fine settimana e nei giorni festivi per motivi di "protezione dal rumore". Sebbene vi sia forse un po 'di equità nell'argomentazione rivolta a coloro che si liberano liberamente nelle aree edificate per nessun motivo particolare, riteniamo che le motociclette che producono rumore siano fondamentali per il sicurezza dei ciclisti, specialmente in quelle aree costruite. Cosa ne pensi? Queste misure sono solo un altro motivo per allontanare i ciclisti dalla strada …?