La Honda sbatte affermando che voleva "far pagare Lorenzo" …

0
41



Il capo del team Repsol Honda, Alberto Puig, ha risposto a un suggerimento del ciclista collaudatore Michele Pirro che voleva "far pagare Jorge Lorenzo", lasciandosi dietro un divieto di immissione di caratteri jolly durante il campionato del mondo MotoGP 2020.> Cercando di acquistare o vendere una moto? Prova oggi il nostro mercato! Recentemente la Commissione del Grand Prix ha confermato che i team MotoGP potranno entrare nelle sue due bici da corsa solo quando la stagione 2020 inizierà, una mossa che significa che nessun ciclista di prova sarà in grado di jolly negli eventi. L'uscita di ritorno di Jorge Lorenzo con Yamaha al Circuit de Barcelona-Catalunya non avrà luogo nel 2020, anche se il blocco radicale significa che anche piloti come Sylvain Guintoli di Suzuki e Pirro di Ducati non competeranno. Tuttavia, la mossa è stata giustificata come un modo di aiutare a mantenere i numeri presenti sul posto limitati durante i round, Pirro ha suggerito che c'era una motivazione più subdola guidata da Honda per impedire al suo ex pilota di fare una gita in gara con Yamaha. Parlando a Motosprint, ha detto: "Honda forse vuole fare Lorenzo pagare per andare a Yamaha … "> Stai cercando di comprare o vendere una moto? Prova oggi il nostro mercato! I commenti hanno attirato la rabbia della Honda Puig, che dice che fa male "Un pilota dell'esperienza di Pirro penserebbe che la squadra potrebbe agire in questo modo." I commenti di Pirro sono un peccato e del tutto inappropriati, non capisco da dove provenga ", ha detto Puig a Crash.net." Honda, come tutte le i produttori che partecipano al Campionato mondiale MotoGP hanno lavorato duramente per settimane per comprendere la fattibilità di questa stagione [a causa del coronavirus]. "Durante questo periodo abbiamo tenuto molti incontri per trovare un consenso con tutti i produttori. Come Honda, abbiamo rinunciato a molte cose che volevamo fare in futuro in termini di evoluzione tecnica e lo abbiamo fatto per il bene di questo sport, per mantenere l'uguaglianza tra tutti i produttori. "Non è facile, lo siamo tutti adattandosi, dall'organizzazione ai team, agli sponsor e ovviamente anche ai piloti – tutti con l'obiettivo di tornare a un campionato del mondo come lo conosciamo. "Ecco perché ci fa male che qualcuno che appartiene a un team di fabbrica fa questo tipo di commenti in una situazione così difficile e critica per tutti. "Credo che Pirro dovrebbe sapere che in Honda abbiamo rispetto per Lorenzo. L'anno scorso ci siamo conclusi con lui in modo positivo e rispettoso e gli auguriamo il meglio per il suo futuro. ”Lorenzo ha annunciato il suo ritiro dalla MotoGP alla conclusione della stagione 2019, nonostante sia stato a metà del contratto biennale con Repsol Honda. Tuttavia, poche settimane dopo è stato confermato che tornerà alla Yamaha come suo pilota collaudatore con piani per fare gite con i jolly nel 2020 come parte dell'accordo. Ciononostante, Honda ha respinto pubblicamente l'idea che sia turbato dal cambio di strategia di Lorenzo, con Puig che ha detto durante il test MotoGP di febbraio: "" Ogni persona è libera di fare ciò che vuole della sua vita. E noi la rispettiamo. Se avesse questa opportunità [con Yamaha] siamo felici per lui ".