Mondo Gare

“La GP24 è più adatta a me. Stamane la pista era inaccettabile”. Bagnaia rivela cosa migliorare con la Ducati

Il venerdì del GP di Portogallo di MotoGP si chiude con le pre-qualifiche dominate da Enea Bastianini, che torna a svettare in un fine settimana di gara. Le parole del pilota Ducati e del compagno di squadra Bagnaia

Le Ducati non deludono ancora una volta e a Portimao, nelle pre-qualifiche del GP di Portogallo, Enea Bastianini conquista il miglior tempo accedendo così alla Q2. Domani, assieme al pilota di Rimini, saranno della partita tra gli altri anche Marc Marquez, già primo nelle FP1, la quota Aprilia con Maverick Vinales e quella KTM con Jack Miller e Brad Binder, e ancora Marco Bezzecchi, Fabio Quartararo e Francesco Bagnaia, ottavo nelle P.

MotoGP, pre-qualifiche Portogallo: Bastianini ritorna a primeggiare, in ombra Pecco

In una pista migliorata se pensiamo a quanto visto durante una mattina all’insegna dell’asfalto reso insidioso dalle conseguenze delle piogge cadute nottetempo, Bastianini volta pagina rispetto a un anno fa, dove proprio nella pista lusitana rimediò il primo infortunio del suo disgraziato 2023, e conclude la propria sessione in 1.38:057, davanti a Miller per 118 millesimi e Marquez per 153 millesimi. Il distacco di Bagnaia dal compagno di squadra si attesta invece a quota 484 millesimi.

Bastianini a Sky Sport ha sottolineato il fatto che era “da un po’ di tempo” che non chiudeva al primo posto in una giornata del fine settimana di gara. E ha ammesso qualche difficoltà all’inizio, “con gli stessi problemi del Qatar”, riferendosi al calo di potenza nel precedente GP di Lusail. “Ma ci abbiamo lavorato su, e almeno sul time-attack ho ricevuto delle sensazioni buone. C’è ancora da lavorare però per migliorare il mio feeling con la moto in vista della gara. In questa pista ho fatto fatica ad essere competitivo in passato. Ma è solo venerdì, e nella MotoGP non devi mai abbassare la guardia”.

“La Ducati GP24 meglio di quella dello scorso anno”

Il pilota, ricordando i problemi di una pista sporca nella mattinata, ha poi spiegato che è stato difficile lavorare sulla messa a punto in condizioni del genere. “Ma la GP24 nell’ingresso in curva mi dà molta più sicurezza della moto del 2023, e in questo aspetto riesco ad essere molto competitivo. Sulla pista dell’Algarve inoltre Marc Marquez sta andando bene, sembra abbia qualcosa in più, ed è il mio riferimento nell’uscita in curva”. Infine, Bastianini ha affermato di aver lavorato al meglio nei test pre-stagionali, rivelando: “Il nuovo freno motore della GP24 è più adatto al mio stile di guida”.

“Le condizioni della pista nella mattina erano quasi inaccettabili”

Quindi ha puntualizzato: “All’inizio del secondo turno abbiamo riscontrato qualche problema, ma con l’evoluzione della pista siamo migliorati. Abbiamo apportato qualche modifica nel set-up e nel freno motore, migliorando quindi tutto il pacchetto“. Bastianini ha poi definito “quasi inaccettabili” le condizioni della pista nelle prime libere, con una situazione “veramente molto pericolosa”: “Ma se non avessimo girato la pista sarebbe rimasta così. In pratica abbiamo fatto gli spazzini. Ma bisogna girare, anche se le condizioni erano al limite”.

Bagnaia: “Abbiamo sbagliato qualcosa pur centrando la Q2. Domani risolveremo”

Dal canto suo, il compagno di squadra Bagnaia pur classificandosi nelle zone basse della top ten che accede alla Q2 (e visibilmente in croce in qualche curva) ha espresso soddisfazione, spiegando di non aver comunque accusato troppe difficoltà nella giornata odierna. “Lavoriamo costantemente – ha argomentato – e la GP24 ha bisogno di qualcosa di diverso su questa pista. Non è stato semplice perché l’asfalto si è pulito solo dopo un po’ e non sapevamo dove andare a parare. Perciò abbiamo intrapreso una strada sbagliata, e domani ci ritorneremo per apportare dei correttivi”.

“Ma l’importante – ha proseguito – è essere entrati nei primi dieci. Abbiamo individuato la strada da percorrere, sono contento di ciò e sono certo che domani saremo veloci sin da subito. Il tempo per migliorare c’è”.

Quindi Pecco ha concluso: “Enea ha fatto un gran lavoro, andando subito forte. Lui ha preso una strada che ha funzionato meglio, mentre noi abbiamo optato per una nuova direzione che invece non è andata per il verso giusto. Domani scaricheremo più il davanti, e le cose andranno meglio. Questa è una pista con curve rapide e diversi sali e scendi, è un mix tra il Mugello e il Sachsenring”.

MotoGP, GP Portogallo: tutte le info sugli orari e come vederlo in tv e streaming

Due Ruote News

Due Ruote News, Prove su strada moto. Test drive e comparative video, Saloni e news sul mondo del motociclismo.

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button