Il WorldSBK potrebbe (e dovrebbe) diventare un racin "invernale" …

0
266



Secondo quanto riferito, una proposta di spostare il campionato del WorldSBK tra settembre e maggio viene valutata sia come una soluzione alla costante assenza di iato da corsa sia come interruttore permanente.> Cerchi di acquistare o vendere una motocicletta? Prova oggi il nostro mercato! Andrea Quadranti, proprietario del team MV Agusta WorldSSP, ha presentato una proposta a Dorna sulla prospettiva di trasformare WorldSBK in una serie che si svolgerà durante i mesi invernali, in linea con quella delle stagioni calcistiche europee. non è una nuova idea, la proposta ha guadagnato una certa trazione come un modo per fornire una certa certezza alle squadre di prepararsi per un'intera stagione una volta che la pandemia di coronavirus si è attenuata. Inoltre, ritiene che ci sia un argomento per rendere permanente il cambiamento come un modo per dare maggiore risalto al campionato durante i mesi tradizionalmente più tranquilli, e afferma che l'idea ha ottenuto un supporto crescente nelle ultime settimane – dai Puccetti Kawasaki e Barni Ducati WorldSBK team – sia come soluzione a lungo che a breve termine. "Qualche anno fa ho avuto questa idea e data l'eccezionale situazione che ho avuto ho deciso di rilanciare questa proposta", ha detto a GPOne. "Sarebbe una questione di svolgimento del campionato del mondo da luglio o agosto, fino a maggio, un po 'come funziona con il calendario del calcio." Penso che per WorldSBK possa essere un'alternativa interessante, soprattutto in un momento come il presente, dove esiste l'incertezza relativa alla diffusione di questo virus. ”> Cerchi di acquistare o vendere una motocicletta? Prova oggi il nostro mercato! È una proposta audace, ma potrebbe davvero funzionare? Valutiamo i pro e i contro …
A breve termine, la mancanza di azione da corsa in questo momento significa che semplicemente non sappiamo quando il motorsport tornerà in pista. Allo stato attuale, sembra sempre più probabile che non ci sarà alcun senso di normalità fino alle profondità dell'estate, ma anche in questo caso ciò non significa che le gare saranno autorizzate ad andare avanti. Ad ogni modo, sarà una spinta sugli orari per ottenere il i round rimanenti sono stati riorganizzati per essere completati prima della fine dell'anno e questo è ancora prima che inizi a considerare WorldSBK si scontrerà inevitabilmente con la MotoGP e perderà il tempo in TV.Tuttavia, riorganizzando il calendario per durare due anni, ci saranno maggiori flessibilità per offrire a produttori, sponsor e piloti la possibilità di ottenere i loro riflettori. A lungo termine, se questo diventasse la norma, WorldSBK sarebbe quasi esclusivo nel mantenere lo spettacolo durante il rallentamento invernale, di solito riservato ai test e al recupero. Come si vede spesso ogni anno (non da ultimo in termini di dati sul traffico del nostro sito Web) quando Phillip Island tradizionalmente dà il via alla stagione delle corse motociclistiche a febbraio prima di chiunque altro, c'è un interesse maggiore oltre al fatto che è l'apripista perché non compete con nient'altro per il tempo di trasmissione. Inoltre, non ci sarebbero così tante interruzioni nel calendario stesso dato che WorldSBK insiste per avere una lunga pausa estiva per un totale di sette settimane in alcuni anni – quasi la durata della pausa invernale! In effetti, i team si sono lamentati del fatto che il periodo invernale non è abbastanza lungo per sviluppare i loro macchinari durante il periodo delle vacanze. Sul lato delle quattro ruote, ci sono più campionati orientati all'inverno che iniziano a spuntare. Il campionato elettrico di Formula E si è svolto durante i mesi prevalentemente invernali dalla sua inaugurazione ed è interessante vedere come i round di dicembre e gennaio guadagnano una notevole quantità di pubblicità rispetto ai suoi eventi estivi quando va contro la F1 come sia per la TV che per i media Proprio ora, WorldSBK combatte già la MotoGP per l'esposizione, non aiutato dal fatto che Dorna gli dica chiaramente la seconda fatturazione in confronto. Dando a WorldSBK il proprio periodo della stagione da cui costruire una piattaforma, manterrà i team e gli sponsor più felici, potenzialmente incoraggiando di più a partecipare se riconoscono che continueranno a correre durante i mesi più tranquilli degli sport motoristici. Non fa male che il suo pubblico televisivo europeo principale abbia maggiori probabilità di stare al chiuso a guardare la TV durante il periodo più freddo … e chi non vorrebbe guardare il più importante motorsport internazionale su un ciclo continuo ogni mese dell'anno? porta forse il clima più ovvio: probabilmente il periodo da novembre a marzo avrebbe bisogno di vedere il calendario avventurarsi in climi più caldi per tenere gare, il che è in qualche modo contrario agli sforzi più recenti per centralizzare la stagione intorno ai round europei. Tuttavia, eventi attuali come il Qatar, l'Argentina e l'Australia potrebbero facilmente svolgersi durante quel periodo, più da qualche parte come Sepang o Buriram, con gli eventi europei che prenotano la stagione. Tuttavia, ciò limita il potenziale tiraggio del pubblico televisivo europeo se si svolgono più round le prime ore, mentre è un ulteriore sforzo per le corde della borsa anche per i team. C'è anche il punto che getterebbe una chiave nel mercato dei piloti poiché la fine di una stagione della MotoGP (e qualsiasi altra serie) si sovrappone con l'inizio di WorldSBK, limitando le possibilità che qualcuno passi da una serie all'altra. Inoltre, i produttori osservano generalmente lo spettacolo EICMA a novembre come luogo per rivelare nuovi macchinari che andranno poi a correre l'anno successivo, il che significa che le nuove Superbike potrebbero non è sceso in pista fino a quasi un anno dopo. Qual è il prossimo? Quadranti – che riconosce che non è ancora un piano impeccabile – afferma di aver presentato la proposta al direttore di gara WorldSBK Gregorio Lavilla, che ha s intimato che farà passare il piano ad altre squadre per il loro feedback.