Il vincitore della MotoGP Danilo Petrucci stordisce i concorrenti della Dakar con la vittoria nella quinta tappa

0
18


Danilo Petrucci è stato licenziato dal suo team MotoGP satellite KTM solo pochi mesi fa. Nel frattempo, KTM gli ha offerto un passaggio al Rally Dakar quest’anno. Questo è stato ampiamente visto come una trovata pubblicitaria o, almeno, un premio di consolazione per il benvoluto italiano.

Quello che Petrucci ha fatto alla Dakar di quest’anno contro i suoi veterani incalliti è sorprendente. Petrucci ha vinto la quinta tappa ieri dopo che le penalità di tempo sono state risolte, ed è salito al 3° posto nella quarta tappa prima che la sua penalità di tempo lo abbattesse in classifica.

Si dice che Petrucci esplorerà un giro in MotoAmerica Superbike con la Ducati il ​​prossimo anno, ma, nel frattempo, ha “fatto sembrare un po’ ridicolo o vergognoso gli assi del Rally”, secondo Heinz Kinigadner, due volte campione del mondo di motocross che è un consulente di KTM.

Ecco un comunicato stampa KTM sulla vittoria di Petrucci nella quinta tappa:

Rally Dakar 2022 – Quinta fase

Danilo Petrucci di Tech3 KTM Factory Racing ha vinto la quinta tappa del Rally Dakar. Con una prestazione veloce ma misurata, l’ex stella della MotoGP™ ha impressionato ancora una volta facendo registrare il miglior tempo sulla speciale di 341 chilometri. Toby Price della Red Bull KTM Factory Racing è stato inizialmente il più veloce sul palco, ma in seguito ha ricevuto una penalità di sei minuti, che lo ha portato al quinto posto. Kevin Benavides ha portato a casa la sua KTM 450 RALLY all’ottavo posto, con Matthias Walkner che si è classificato undicesimo.

In quella che è stata una gara di alti e bassi per Danilo Petrucci, l’italiano ha dimostrato oggi le sue credenziali fuoristrada senza mezzi termini, vincendo la quinta tappa della Dakar 2022 in quella che è la sua prima gara di rally raid. Dopo aver completato la quarta tappa di ieri come terzo tempo, Danilo è stato penalizzato di 10 minuti per eccesso di velocità ed è retrocesso al 15° posto. Tuttavia, partendo con una posizione di partenza vantaggiosa nella speciale di oggi e concentrandosi sul miglioramento delle sue capacità di roadbook, il vincitore della gara della MotoGP è stato in grado di salire costantemente attraverso il campo fino a conquistare la vittoria.

La sesta tappa della Dakar di venerdì vedrà la classe delle moto seguire lo stesso percorso che le vetture hanno preso oggi, e come tale Danilo avrà già alcune tracce lasciate nella sabbia davanti a sé mentre apre la sua prima tappa di rally in assoluto.

Danilo Petrucci:“Oggi è stata una giornata piuttosto lunga. Sono partito questa mattina e ho deciso che volevo davvero imparare e migliorare la mia navigazione, quindi non ho spinto troppo all’inizio. Dopo un angolo c’era una grande duna con un gruppo di cammelli dall’altra parte. Un grosso cammello è entrato in pista e ho dovuto evitarlo, ma ho finito per schiantarmi dopo aver attraversato molti dossi ed erba di cammello. Quello è stato il mio primo incidente di questa Dakar. Dopo di che ho rallentato un po’ e Kevin mi ha raggiunto e abbiamo guidato insieme verso il traguardo. Dopo aver catturato qualche altro pilota ci siamo imbattuti in un waypoint che non è stato valido per tutti – ho perso un po’ di tempo lì. Gli ultimi 60 chilometri sono stati tutti dune e quindi sono stato molto attento a non farmi male alla caviglia. Quindi, è stata una giornata interessante e difficile, ma mi sono davvero divertito esso.”

Continuando a recuperare il ritardo dopo aver perso molto tempo nella fase di apertura dell’evento, Toby Prezzo ha corso una forte fase cinque, solo per essere penalizzato per eccesso di velocità in una zona di neutralizzazione. La conseguente penalità di sei minuti ha portato l’australiano al quinto posto. Dirigendosi verso la fase finale prima del giorno di riposo, Toby è 14° assoluto e cercherà di guadagnare ancora più tempo domani.

Prezzo di Toby:“Oggi è stata una buona tappa, partire abbastanza indietro rende sicuramente le cose un po’ più facili, ma oggi c’è stata un po’ di tempesta di sabbia, quindi tutti dovevano essere sul loro gioco e concentrarsi sul roadbook. Ho fatto un paio di piccoli errori e sbagli, ma tutto sommato è stata una tappa solida”.

Dopo un ottimo inizio della quinta fase, Kevin Benavides è stato subito a caccia della vittoria di tappa, segnando il miglior tempo fino al checkpoint al chilometro 81. Il campione in carica della Dakar ha mantenuto la sua top-four piazzandosi fino agli ultimi 60 chilometri, dove è finito un waypoint difficile da registrare costando a lui, e ad altri, un po’ di tempo. Nonostante la battuta d’arresto, Kevin è riuscito a completare la tappa in sicurezza all’ottavo posto, e ora è anche ottavo nella classifica generale provvisoria.

Kevin Benavides:“Quindi la quinta giornata alla Dakar è andata davvero bene per me. Mi sono sentito molto meglio stamattina, quindi ero davvero motivato ad attaccare. Ho spinto forte tutto il giorno fino alla fine, dove un waypoint si è rivelato davvero difficile da convalidare. Ero arrivato in un gruppo di corridori e per alcuni ha funzionato, ma non per gli altri. Ho perso un bel po’ di tempo lì cercando di trovarlo. Dopodiché ho spinto più che potevo sull’ultimo tratto di dune per recuperare un po’ di tempo. Speriamo che gli organizzatori esamineranno il problema e avremo un po’ di tempo indietro”.

Un altro stadio e un’altra performance costantemente veloce di Matthias Walkner ha visto l’esperto austriaco conquistare un 11° posto. In tal modo ha consolidato la sua seconda posizione nella classifica generale, riducendo il distacco dal leader del rally di altri 30 secondi. Pronto per la tappa di 644 chilometri di domani, Walkner cercherà di completare con forza la prima settimana alla Dakar 2022.

Mattia Walkner:“Oggi è stata davvero una bella giornata per me. Ho raggiunto Sam (Sunderland) intorno al chilometro 90 e da lì abbiamo guidato insieme a me per la maggior parte del tempo, ma entrambi stavamo spingendo abbastanza forte e mantenendo un buon ritmo. C’è stata una strana situazione verso la fine con un waypoint che non è stato convalidato così facilmente per me. Penso che alcune persone abbiano faticato lì, quindi gli organizzatori dovranno controllare il GPS. Nel complesso, sono contento di non aver perso troppo tempo e sto diventando molto più a mio agio con la nuova moto. Anche la mia navigazione oggi è stata buona su una fase piuttosto complicata, quindi tutto andrà secondo i piani”.

Risultati provvisori Fase 5 (generale) – Rally Dakar 2022

1. Danilo Petrucci (ITA), KTM, 3:23:46
2. Ramo Ross (BWA), Yamaha, 3:23:48 +0:02
3. Jose Ignacio Cornejo (CHI), Honda, 3:23:51 +0:05
4. Ricky Brabec (USA), Honda, 3:25:18 +1:32
5. Prezzo Toby (AUS), KTM, 3:25:32 +1:46
Altro KTM
8. Kevin Benavides (ARG), KTM, 3:28:28 +8:56
11. Matthias Walkner (AUT), KTM, 3:31:18 +11:46

Classifica provvisoria – Rally Dakar 2022 dopo 5 tappe su 12

1. Sam Sunderland (GBR), GASGAS, 19:01:50
2. Matthias Walkner (AUT), KTM, 19:04:19 +2:29
3. Adrien Van Beveren (FRA), Yamaha, 19:07:49 +5:59
4. Daniel Sanders (AUS), GASGAS, 19:09:51 +8:01
5. Lorenzo Santolino (ESP), Sherco, 19:17:17 +15:27
Altro KTM
8. Kevin Benavides (ARG), KTM, 19:23:41 +21:51
13. Prezzo Toby (AUS), KTM, 19:39:09 +37:19

Puoi seguire qualsiasi risposta a questa voce attraverso il RSS 2.0 alimentazione. Puoi saltare alla fine e lasciare una risposta. Il Pinging non è attualmente consentito.