TALKS TOAD: Electric mo … | I cambi sono la soluzione?

0
231



C'è una dolce soddisfazione che si ottiene avventurandosi abilmente attraverso il cambio di una bici, ottenendo il meglio da un motore e combinando entrambi i lati del cervello nel processo. È qualcosa che purtroppo manca quando si guida l'ultima serie di motocicli elettrici. Concesso, c'è anche qualche soddisfazione dall'infinito fruscio di spinta che si ottiene dal bloccare una motocicletta elettrica potente e turgida contro l'arresto dell'acceleratore e aggrapparsi per caro vita. Ma è il modo migliore per farlo? Posso capire perché lo fanno, la quantità apparentemente infinita di grugnito fornita da un flusso di elettroni rende la necessità di trovare un punto debole nella coppia dead-flat praticamente nulla . Ma immagina quanto inarrestabile quella stessa spinta si sentirebbe con alcuni rapporti ben piazzati di vantaggio meccanico facendo una danza allegra sotto di te?! Mentre i guadagni che possono essere fatti nel coinvolgimento del pilota sembrano evidenti per tutti – beh io comunque – per vedere, il i guadagni altrove sono minimi. Un vantaggio percepito in termini di efficienza è trascurabile, il basso numero di giri del motore non contribuisce necessariamente a una gamma migliore poiché la coppia (ovvero il lavoro) che il motore deve fare è la stessa. Il cambio porta anche un po 'di peso indesiderato sotto forma di rapporti extra e involucri che li trasportano, per non parlare dell'olio per lubrificare gli ingranaggi e gli alberi, ma ancora, nella mia mente, il vantaggio di andare in bicicletta che si sente e funziona allo stesso modo di tutti gli altri a benzina che ho guidato sembra avere un senso. Dimentica i chili in più e il fatto che non è così efficiente come potrebbe essere con una macchina a velocità singola. Voglio andare in bici quando ci salgo, non essere semplicemente portato da qualche parte! Cosa ne pensi delle bici elettriche con i cambi? Fateci sapere nei commenti qui sotto.