Marc Marquez 'fuori per 2 o 3 mesi', MotoGP 2020 t …

0
59



Le speranze di Marc Marquez di renderlo un settimo titolo del Campionato del Mondo MotoGP sono ormai del tutto finite dopo che il suo team Repsol Honda ha confermato che dovrà affrontare altri “ due o tre mesi '' a bordo campo a causa di un infortunio al braccio.> La MotoGP della Stiria di questo fine settimana è la quarta Marquez è stato costretto a rinunciare – cinque se includi il suo DNF nell'apertura incriminata di Jerez – ma sia lui che la Honda avevano precedentemente fatto intendere che sarebbe iniziato lungo la strada del recupero la prossima volta a Misano, aiutato in parte dall'estensione tre settimane di pausa.Tuttavia, il braccio fratturato di Marquez – che ora ha richiesto due operazioni, il primo inserire una placca in titanio nel braccio e un altro per ripararlo quando ha subito il proprio danno – non sta guarendo così rapidamente come originariamente sperato, così tanto che potrebbero volerci altri tre mesi per mirare a un ritorno alle corse.Coppia con la stagione condensata di 14 round, anche se Marquez si ferma prima di dire che non correrà di nuovo nel 2020, quasi certamente sta cedendo la corona della MotoGP che ha tenuto negli ultimi cinque anni.> Dichiarazione completa di Repsol Honda (22/8/2020) “Marc Marquez continuerà a recuperare nelle prossime settimane. Il Campione del Mondo MotoGP insieme a HRC, hanno consultato e confrontato le opinioni di alcuni specialisti in merito all'infortunio all'omero del braccio destro che Marc ha subito il 19 luglio al Gran Premio di Spagna. Di conseguenza, tutte le parti hanno deciso di modificare il processo di recupero pianificato. "L'obiettivo sia di Marquez che del Team Repsol Honda è di tornare al Campionato del Mondo quando il braccio di Marc si sarà completamente ripreso dal grave infortunio occorso a Jerez. Si stima che ci vorranno dai due ai tre mesi prima che Marc possa tornare sulla RC213V. HRC non ha fissato un Gran Premio per il ritorno del Campione del Mondo in carica e continuerà a riferire sull'evoluzione del suo recupero. "Il Team Manager Alberto Puig:" Si è parlato molto del recupero di Marc e delle varie scadenze, ma dal primo giorno dopo la seconda operazione abbiamo detto che l'unico obiettivo che esiste è che lui sia al cento per cento. Non vogliamo correre. Una volta che Marc è in grado di tornare e competere al livello che conosce, allora penseremo al prossimo obiettivo. "La stagione 2020 della MotoGP per incoronare un nuovissimo Campione del Mondo Mentre i rivali hanno minimizzato l'assenza di Marquez e si sono scrollati di dosso l'impatto che li ha causati direttamente, questa nuova conoscenza formale lo spagnolo si sta escludendo dal titolo. lotta su cui ha mantenuto una presa così forte negli ultimi anni, significa che la lotta per il titolo assume un aspetto molto diverso adesso. In effetti, mentre i piloti sono ben versati nel tropo del 'ci concentriamo sulla nostra gara, non pensiamo riguardo al campionato ancora ', queste ultime notizie portano a casa il fatto che non sarà Marquez ad alzare il titolo solo per la seconda volta negli ultimi otto anni. Ancora meglio (per gli appassionati di corse ravvicinate come minimo) è il fatto che la corsa al titolo sia aperta proprio ora, senza pilota in grado di cogliere lo slancio delle prime quattro gare. Come si suol dire, è troppo presto chiamarlo, ma se la MotoGP 2020 in ritardo e intensamente programmata si stava già dimostrando abbastanza avvincente, il ritiro ufficiale della sua figura dominante lo porta a un altro livello.