La strategia delle gomme slick di Rossi porta all’ottavo GP d’Austria « MotorcycleDaily.com – Notizie sulle moto, editoriali, recensioni di prodotti e recensioni di moto

0
20


Valentino Rossi del PETRONAS Yamaha Sepang Racing Team ha sfidato il bagnato con le gomme slick alla fine del GP d’Austria conquistando l’ottavo posto – il suo miglior risultato della stagione 2021 finora – dopo essere arrivato terzo, mentre Cal Crutchlow ha tagliato il traguardo di Spielberg 17° .

Rossi ha avuto una brutta partenza dalla 18° posizione, perdendo due posizioni nel primo giro. L’italiano ha recuperato presto la sua posizione originale al secondo giro ed è entrato in zona punti al giro 18. Quando la pioggia ha iniziato a cadere, la maggior parte del gruppo ha deciso di cambiare moto a quattro giri dalla fine, ma Valentino ha deciso di rimanere sulle slick ed è passato al terzo posto a due giri dalla fine. Purtroppo è stato costretto a rallentare sotto la pioggia battente e Rossi ha concluso ottavo.

Nella sua seconda gara come sostituto del recuperante Franco Morbidelli, Crutchlow è riuscito a guadagnare un paio di posizioni nel primo giro, essendo partito ventesimo nel GP d’Austria. Sebbene sia tornato presto alla sua posizione in griglia di partenza, il britannico è stato in grado di rimanere in contatto con i piloti davanti per un po’ di tempo. Cal era arrivato in zona punti quando la pioggia ha iniziato a cadere ed è stato tra i piloti che hanno cambiato moto al giro 25. Questo lo ha visto tornare al 17° posto, che è anche il posto dove ha concluso la gara.

Il prossimo appuntamento in programma per PETRONAS Yamaha SRT sarà il Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone (27-29 agosto), che sarà un GP di casa per il pilota in panchina Crutchlow.

Razlan Razali
Team Principal

Sono stati gli ultimi giri molto difficili della gara della MotoGP. Speravamo in un miracolo nelle difficilissime condizioni della pista da Valentino, che ad un certo punto era terzo, ma la pioggia battente a due giri dalla fine lo ha impedito. Ha concluso ottavo con Cal 17th, ma i fan sono stati in grado di godersi un po’ di eccitazione ed è stato uno spettacolo fantastico per loro. Siamo contenti del risultato di oggi.

È stato un altro grande sforzo di Jake oggi nella gara della Moto2, conquistando la sua seconda undicesima posizione qui. Purtroppo Xavi è stato coinvolto in un incidente all’inizio della gara e non c’era niente che potesse fare al riguardo. Tuttavia, ha ottenuto alcuni punti in più, il che è importante.

Siamo molto soddisfatti dei due primi dieci posti ottenuti dai nostri piloti Moto3. Non è la pista migliore per noi, qui la velocità massima è molto importante ed è stato difficile essere competitivi. Tuttavia, siamo soddisfatti delle prestazioni e dei risultati di John e Darryn. Speriamo di continuare ad essere competitivi a Silverstone e non vediamo l’ora di esserci tra un paio di settimane.

Valentino Rossi
8° (+17.150)

È stato incredibile che il punto di cambio tra le gomme slick e quelle da bagnato sia avvenuto negli ultimi giri della gara, ha reso il tutto molto emozionante. Non ho voluto cambiare moto perché mancavano solo quattro giri alla fine ed è stata la scelta giusta. Tuttavia, se la pioggia fosse arrivata due minuti dopo, avremmo potuto essere sul podio. A un certo punto ero P3 e sono rimasto così scioccato nel vederlo sulla mia tavola. Nel complesso è stata una giornata positiva perché è stato un buon risultato, sia per la squadra che per me, e abbiamo preso dei punti. L’atmosfera oggi è stata fantastica, perché è la prima volta che abbiamo un circuito pieno di fan. Ho avuto un supporto incredibile e c’erano così tante persone in giallo, quindi è stato emozionante fare l’ultimo giro ai box. Mi sento meglio sulla moto e non vedo l’ora della gara di Silverstone.

Cal Crutchlow
17° (+52.950)

Mi sentivo come se fossi partito bene ed ero con un piccolo gruppo per un po’, anche se non riuscivo a rimanere completamente in contatto con loro. Il mio ritmo a quel punto non era male e mi sentivo a mio agio. Ho avuto un piccolo problema con l’elettronica e ho dovuto passare il tempo a cercare di capirlo. Dopo questo il mio passo non era male, ma sono stato l’ultimo pilota a entrare in acqua, quindi non sapevo quanto veloce andare e non sapevo se tutti fossero rientrati ai box o se fossero andati avanti. Una volta che ho visto sul grande schermo all’ultima curva che tutti si erano fermati, mi sono subito tuffato per cambiare anche la moto. Purtroppo la pista era come il ghiaccio, anche con le gomme da bagnato, perché il terreno era ancora così caldo. Sono stati un paio di giri strani! Nel complesso sono contento di questi due fine settimana, soprattutto perché mi sono qualificato solo mezzo decimo più lento dell’anno scorso.

Puoi seguire qualsiasi risposta a questa voce attraverso il RSS 2.0 alimentazione. Puoi saltare alla fine e lasciare una risposta. Il Pinging non è attualmente consentito.