I profitti di Harley-Davidson crollano del 45% mentre il coronavirus morde …

0
242



Harley-Davidson ha registrato un altro forte calo delle vendite e dei profitti durante il primo trimestre dell'anno in quanto è costretto a riorganizzare la propria attività per far fronte al coronavirus in tempi già difficili.> Cerchi di acquistare o vendere una motocicletta? Prova oggi il nostro mercato! Il famoso marchio americano è stato assalito da numerosi guai negli ultimi due anni, come caratterizzato dalla società che ha rivelato a febbraio aveva spostato 125.995 motociclette nel 2019, rispetto a 160.400 del 2012 per rappresentare un sette- declino dell'anno pari al 22%. Tuttavia, ora si sta preparando a un 2020 ancora più duro poiché la perdita di attività a causa della chiusura avviata dal coronavirus COVID-19 aumenta la pressione sul marchio assediato. Questa settimana Harley-Davidson ha rivelato le vendite sono diminuite di un ulteriore 18% nel primo trimestre del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019, una cifra rappresentata da profitti che sono passati da $ 128 milioni a $ 70 milioni (45%), tuttavia, dato che i rallentamenti americani causati dal coronavirus sono solo iniziati durante le fasi finali del primo trimestre, è probabile che le cifre relative al secondo trimestre saranno ancora peggiori.> Cerchi di acquistare o vendere una moto? Prova oggi il nostro mercato! L'ultimo colpo – che ora rappresenta un calo delle vendite in 21 degli ultimi 22 trimestri – arriva in un momento precario per Harley-Davidson mentre cerca di rilanciare le sue fortune sulla scena globale. A marzo Mike Levatich si è dimesso ufficialmente da Presidente e CEO, con Jochen Zeitz che ha assunto la posizione provvisoria, affermando che per Harley-Davidson sarà importante essere "agili" e avvertire di tagli generalizzati ai costi per far fronte alla tempesta di coronavirus. " Covid-19 ha cambiato radicalmente il nostro ambiente aziendale ed è fondamentale rispondere con agilità a questa nuova realtà ", si legge in una nota." Abbiamo deciso che dobbiamo apportare cambiamenti significativi alla società; alle nostre priorità, al nostro modello operativo e alla nostra strategia per guidare prestazioni più coerenti quando emergiamo da questa crisi ".