Guy Martin osserva 300 miglia all'ora in un record di un miglio che ha …

0
86



Guy Martin ha rivelato che il suo prossimo progetto temerario sarà quello di rompere la barriera di 300 miglia all'ora su una motocicletta entro un miglio, sette anni dopo che l'ultima persona che ha tentato di battere il record del mondo è morta in un incidente tentando di farlo.> Assicurati la tua bici oggi! l'ex personaggio della TV, diventato un pilota di strada, è ben preparato nell'affrontare acrobazie selvagge davanti alla telecamera ed è attualmente nel mezzo della promozione del suo ultimo impegno, ricreando "quel" salto dall'iconico film del 1963 "La grande fuga" in cui Steve McQueen (o meglio la sua controfigura Bud Elkin) scala un recinto di filo spinato di 12 piedi, tuttavia, con le riprese di quello avvolto prima del suo debutto televisivo domenica 8 dicembre – maggiori dettagli qui – Martin sta già guardando a cosa proverà dopo . E potrebbe essere il suo più pericoloso ancora … Parlando al Times, Martin dice che ora tenterà di diventare la prima persona a raggiungere 300 miglia all'ora in un miglio su una moto. È stato tentato prima, ma l'uomo che lo ha tentato – Bill Warner – ha perso il controllo a causa di un potenziale guasto meccanico o pneumatico a 285 miglia all'ora con conseguenze tragiche. Un giorno prima Warner aveva battuto il record per la velocità massima raggiunta oltre 1,5 miglia – 311 miglia all'ora – e credeva poteva colpire i 300 in meno. Purtroppo, il destino è intervenuto, una tragedia ha reso ancor più toccante il fatto che questo doveva essere il suo ultimo traguardo storico prima di andare in pensione. "Non è mai stato fatto prima per i registri e la persona che si è avvicinata è morta. Bill Warner ha raggiunto i 311 chilometri all'ora in un miglio e mezzo. Ha provato a farlo il giorno dopo in un miglio "> Assicurati la tua bici oggi! Riflettendo sul pericolo di un simile tentativo, Martin è notevolmente stoico a riguardo, aggiungendo" Se qualcosa va storto, se tutto va a meraviglia, loro " va tutto bene. Sharon e Dot stanno bene, e i cani, Nigel e Steve, un "maniaco della velocità" confessato, Martin è già stato abbastanza vicino ai nuovi record su due ruote quest'anno dopo aver preso parte a un evento Straightliners all'Aeroporto di Elvington dove ha raggiunto oltre 270 chilometri all'ora su un Suzuki Hayabusa accordato e turbocharged.
Guy Martin ha rifiutato Top Gear perché non è una rockstar Nell'intervista ad ampio raggio, Martin ha anche fatto luce sulla sua decisione di allontanarsi dalle principali corse su strada internazionali mentre la sua giovane figlia stava per nascere, rivelando che era più interessato "apprendendo" di quello che alla fine stava vincendo. "Non ora", risponde quando gli viene chiesto se gli manca. “In qualche modo mi sono convinto che voler fare tutte queste cose stupide riguardasse il successo e la vittoria di esso. Ma davvero non lo era. Si trattava solo di costruire cose e scoprire cose nuove. Ho bisogno di imparare tutto il tempo. Per forse 15 anni della mia vita, mi sono convinto di essere una persona competitiva, ma non lo sono. ”Rivela anche perché ha rifiutato il lavoro di presentazione della Top Gear che alla fine è andato a Chris Evans, dicendo che non era interessato a lo stile di vita delle celebrità che alla fine sarebbe stato legato ad esso. “Ovviamente, sarebbe un grande successo nel CV. In realtà, sarebbe anche un ottimo prezzo, ma io non vivo come una rock star. Una mattina non vorrei svegliarmi e rendermi conto di aver creduto al clamore e di aver improvvisamente dimenticato chi fossi e da dove venissi. "The Great Escape #" verrà mostrato l'8 dicembre su Channel 4