in ,

Mercato moto: ad agosto torna in positivo

Nonostante le note difficoltà di approvvigionamento, il mese di agosto fa segnare un buon + 3,2%

La prima parte dell’anno ha visto il mercato moto in una continua alternanza di piccole crescite episodiche di qualche settore, qualche calo più generalizzato e ma soprattutto una tendenza alla stagnazione, dovuta prevalentemente alla situazione congiunturale che rende difficile l’approvvigionamento di moto e delle parti per costruirle. Un fenomeno che sta attraversando comunque tutto il comparto automotive, soprattutto e anche peggio per le auto, i furgoni e i camper, tanto che Fiat ha dovuto sospendere a singhiozzo le line di produzione del Ducato per la ormai cronica mancanza di semiconduttori ed alche altri materiali (a loro volta i costruttori di parti sono bloccati da questo anomalo andamento del mercato, causato dal Covid prima e dalla guerra in corso poi).

Le immatricolazioni globali di veicoli a due ruote (ciclomotori, scooter e moto) segnano però finalmente ad agosto una crescita del 3,2% rispetto allo stesso mese del 2021. Il presidente dell’ANCMA Paolo Magri ha sottolineato che “malgrado la situazione congiunturale e i noti problemi globali di approvvigionamento, che riguardano tutto il settore automotive, la domanda di due ruote in Italia si mantiene viva, confermando la capacità distintiva della nostro settore di soddisfare il desiderio di nuova mobilità e passione nel mercato del trasposto privato”. “A ridosso dell’appuntamento elettorale – ha aggiunto Magri – è altresì importante che questa capacità sia tutelata e valorizzata dal nuovo esecutivo, soprattutto di fronte all’emergenza della crisi energetica subita anche da un’industria nazionale come la nostra, che svetta in Europa in termini di produzione, volume di mercato ed eccellenza”.

 

Il mercato moto ad agosto

Dopo sei mesi di segno meno, il mercato delle due ruote ad agosto torna in territorio positivo. Il mese si chiude con 16.126 veicoli venduti e una crescita di 3,2 punti percentuali sullo stesso periodo dello scorso anno come accennato. A fare la parte del leone le moto, con 6.864 veicoli immatricolati, con un incremento del 13,4 %. Restano indietro invece gli scooter, che targano 7.948 mezzi e perdono il 5,17% sul 2021. Prosegue la crescita dei ciclomotori, quest’anno sempre in positivo con la sola eccezione del mese di maggio: ad agosto il segmento registra 1.314 veicoli e un incremento del 10,8%.

 

Il mercato gennaio/agosto

Resta leggermente negativo il totale annuo (-2,4%) fino ad oggi, che fa registrare 227.425 veicoli. Pesante la flessione degli scooter che targano 107.021 mezzi con una perdita del 10,2%. Buona la performance delle moto, che crescono del 4,5% e immettono sul mercato 99.226 nuovi mezzi. Sul totale anno fino ad agosto, la crescita più significativa resta quella dei ciclomotori, con 15.622 unità e un incremento del 17,7%.

 

Mercato elettrico

Primo stop per il settore degli elettrici, sempre con il segno più dal mese di gennaio. Pesano la mancanza di incentivi e gli effetti distorsivi di una grande commessa dello scorso anno dedicata allo scooter sharing: sono 597 i veicoli registrati ad agosto, pari a un calo del 25,9%. Rimane comunque vigorosa la crescita nei primi otto mesi dell’anno, con un incremento del 69,3% sul 2021 e 11.953 veicoli immessi sul mercato (a trainare sono gli scooter con +77,5% e 7.043 unità).

 

Didascalia foto

La Yamaha Tenerè, terza classificata nelle vendite moto gennaio/agosto 2022 con 2.224 pezzi, qui nella versione Rally Edition

Cosa ne pensi?

Scritto da Due Ruote News

Due Ruote News, Prove su strada moto. Test drive e comparative video, Saloni e news sul mondo del motociclismo.

Marc Marquez torna nel suo habitat: rieccolo in moto

Zampata di Bastianini nella FP2