MD Ride Review « MotorcycleDaily.com – Notizie sulle moto, editoriali, recensioni di prodotti e recensioni di biciclette

0
17


quando abbiamo testato la KTM 890 Duke R l’anno scorso siamo rimasti più che colpiti. Dalle prestazioni del motore alle sospensioni e ai freni, non c’era molto da criticare. In effetti, i giornalisti di tutto il mondo sembravano andare in estasi per il nuovo Duca.

Per il 2021, KTM ha introdotto un modello standard 890 Duke. Puoi leggere tutto sui dettagli e le specifiche per la moto nel nostro articolo in anteprima. Fondamentalmente, la moto è molto simile alla 890 Duke R con poche eccezioni. La sospensione completamente regolabile è sostituita da una forcella da 43 mm non regolabile e da un ammortizzatore posteriore regolabile solo per il precarico molla. I freni non sono gli articoli Brembo del primo cassetto che si trovano sulla 890 R, ma piuttosto articoli a marchio KTM. Anche i dischi dei freni anteriori sono un po’ più piccoli, 300 mm contro 320 mm.

Piuttosto che le Michelin da pista super appiccicose trovate sulla 890 R, la 890 Duke standard monta pneumatici Continental ContiRoad. L’890 Duke standard ha ancora un ammortizzatore di sterzo e una serie di ausili elettronici per il pilota assistiti da IMU.

Se non acquisti il ​​pacchetto Track opzionale, ottieni le tre modalità di guida standard, tra cui Sport, Street e Rain. Questi includono le impostazioni predefinite per il controllo della trazione e l’ABS, mentre la modalità Track opzionale consente al pilota di scegliere tra nove livelli di controllo della trazione, un controllo di lancio e un interruttore anti-impennata.

La natura fondamentale della base 890 Duke è la stessa della più costosa Duke R, per fortuna. Ciò include il fantastico motore bicilindrico parallelo da 889 cc, la trasmissione a sei velocità e il telaio in acciaio al cromo che fornisce un feedback e un controllo così eccellenti. I fari a LED e le luci diurne sono di serie, così come un display TFT a colori.

L’890 Duke standard ha un’ergonomia leggermente diversa rispetto all’890 Duke R. L’altezza della sella è più bassa e il triangolo del pilota è più rilassato. Francamente, per la guida di tutti i giorni, abbiamo trovato l’ergonomia del modello base 890 Duke superior, cioè più confortevole. La curva del manubrio è più naturale, piuttosto che la curva che si trova sulla 890 R che incoraggia un’inclinazione in avanti più aggressiva da parte del pilota.

Il motore è altrettanto buono di quello che abbiamo scoperto quando abbiamo testato l’890 Duke R. KTM afferma che l’890 Duke standard eroga 114 CV, cinque in meno dell’890 Duke R. Abbiamo guidato entrambi i modelli uno dietro l’altro, tuttavia, e non ho potuto dire la differenza per quanto riguarda le prestazioni del motore. Questo è uno dei migliori motori nel settore motociclistico. Ha una diffusione molto ampia di potenza, la risposta dell’acceleratore è eccellente e l’ordine di sparo irregolare crea un carattere e una sensazione meravigliosi. Eccezionale.

Come dicevamo, l’ergonomia è superiore al modello più racing per il commuting e la guida di tutti i giorni. Un po’ più rilassato, ma non così rilassato da sacrificare qualsiasi abilità di curvatura.

Siamo rimasti colpiti dai freni trovati sulla Duke 890 standard. Offrendo un po’ meno feeling e un po’ meno potenza, sono comunque più che sufficienti per la strada e farebbero un lavoro competente anche in pista. I dischi dei freni più piccoli e la loro inerzia inferiore potrebbero persino rendere un po’ più facile il turn-in sul modello base 890 Duke. La gestione è eccezionale.

La sospensione in gran parte non regolabile è sicuramente un passo indietro rispetto al modello più costoso, che non solo offre una regolazione completa, ma ha anche una sensazione più raffinata. Tuttavia, le impostazioni scelte da KTM per la forcella Apex da 43 mm e l’ammortizzatore sono un buon compromesso.

Le sospensioni sono un po’ rigide per andare in giro, ma non dure. Quando la moto viene spinta su una strada tortuosa, la sospensione è abbastanza rigida da gestire una guida aggressiva … solo iniziando a sentirsi un po’ affaticata quando si guida a velocità vicine a quella della pista.

La trasmissione a sei marce fa il lavoro e non abbiamo mai perso un turno, ma pensiamo che KTM potrebbe ancora apportare alcuni miglioramenti qui. In realtà, il modello base 890 Duke si è spostato un po’ meglio della Duke R che avevamo con noi, ma entrambe le moto sono ancora un po’ indietro rispetto al cambio di qualità giapponese.

La linea retta, la stabilità ad alta velocità è eccellente, ed è abbinata alla natura svolazzante che abbiamo imparato ad amare nel modello più costoso. Gli pneumatici standard sul modello base sono Continental ContiRoads, un nuovo pneumatico da turismo sportivo del produttore tedesco. Questi pneumatici servono bene al loro scopo, combinando molte lamelle per il tempo umido con una buona aderenza sul tempo asciutto vicino al bordo. Rispetto alla pura gomma sportiva, tuttavia, non sono all’altezza quando si tratta di massima aderenza e angoli di piega più grandi.

La nuova 890 Duke è un’ottima moto, in gran parte grazie al fantastico bicilindrico parallelo. È ragionevolmente comodo, veloce e agile. A $ 1000 in meno rispetto alla 890 Duke R, devi chiederti se hai bisogno delle sospensioni regolabili e dei freni di fascia alta che si trovano sul modello più costoso, insieme all’ergonomia più aggressiva. Non pensiamo che potresti sbagliare con nessuna delle due moto, e sospettiamo che ti innamoreresti del motore bicilindrico parallelo da 889 cc in nessuna delle due.

La KTM 890 Duke del 2021 ha un prezzo consigliato di US $ 10,999. Dai un’occhiata al sito web di KTM per ulteriori dettagli e specifiche.

Puoi seguire qualsiasi risposta a questa voce attraverso il RSS 2.0 alimentazione. Puoi saltare alla fine e lasciare una risposta. Il Pinging non è attualmente consentito.