"Marquez ha visto la morte ma ha voluto cavalcare di nuovo" – Suppo …

0
217



Marc Marquez ha avuto la sua giusta parte di enormi incidenti durante una carriera altrimenti stellare in MotoGP ma mentre si è spesso buttato giù in alcuni modi spettacolari, l'uomo ha un talento per rialzarsi e rompersi.> Cercando di comprare o vendere una moto ? Prova oggi il nostro mercato! Non solo, ma la sua capacità di scrollarsi di dosso gli incidenti quasi immediatamente e rimbalzare altrettanto rapidamente è diventata parte di un arsenale che fa meravigliare i rivali su cosa esattamente ci vorrà per sconfiggere lo spagnolo. respiro quando si è lanciato in modo spettacolare fuori dalla moto in Tailandia durante le prove libere – un incidente del 26G che lo ha mandato in ospedale – l'uomo stesso ha continuato come se non fosse successo nulla mentre ha spazzato alla vittoria due giorni dopo per assicurarsi un sesto titolo MotoGP. Tuttavia, di tutti gli incidenti di Marquez nel corso degli anni, è il suo colpo straziante durante le prove del Gran Premio d'Italia nel 2013, quando ha sbagliato molto a scendere in curva uno al Mugello, che si può probabilmente considerare il suo più sfidante. Arrivato alla fine di un lungo rettilineo leggermente in discesa che è diventato teatro di diversi record di velocità massima nel corso degli anni, Marquez devia troppo a sinistra in frenata e si ritrova sul marciapiede e sull'erba.> L Vuoi comprare o vendere una moto? Prova oggi il nostro mercato! Incapace di fermare la moto, Marquez si lancia da solo a circa 250 km / h, mandando fuori se stesso e la moto. Lo spagnolo avrebbe in seguito affermato di averlo fatto per evitare che il muro fosse colpito solo a pochi centimetri dal rotolamento della canna nella ghiaia. Salendo dalla moto, Marquez segnala che molti credevano essere un segno che stava bene . Tuttavia, come rivela l'ex boss della Honda Livio Suppo, stava invece cercando di tornare alla scatola che voleva che la sua seconda moto fosse preparata in modo da poter tornare subito là fuori. "Al Mugello 2013, quando è caduto in una scala linea a più di 250 km / h, ricordo che ha sollevato un braccio dopo la sua caduta e ho pensato che voleva fare un segno per rassicurare i suoi genitori, per far loro capire che andava bene ", ha detto ad AS. “Tuttavia, quando è tornato alla scatola, mi ha detto che aveva alzato il braccio per istruirci a preparare la seconda moto. Aveva visto la morte davanti, giaceva sulla ghiaia e pensava solo di tornare immediatamente in moto … Quello è Marc! ”Nonostante il suo immenso successo da quando si è unito ai ranghi della MotoGP nel 2013, Marquez è stato regolarmente vicino alla cima della tavolo quando si tratta di arresti anomali nel corso di una stagione. Infatti, nonostante abbia concluso la prima e la seconda in tutte le gare tranne una nel 2019, Marquez ha subito 14 incidenti nei weekend di gara nel 2019 dietro solo Johann Zarco, Jack Miller e Pecco Bagnaia.Il ragionamento di Marquez è sempre stato quello di trovare – e occasionalmente – superare il limite quando conta meno durante le prove libere per trovare una zona di comfort che rimanga rapida in gara. Tuttavia, non è una soluzione infallibile come ha scoperto negli ultimi mesi dopo che il suo incidente in Thailandia lo ha lasciato con un infortunio alla spalla che ha richiesto un intervento chirurgico durante l'inverno.