Binder lancia i dadi in Austria e si lancia verso la seconda vittoria in MotoGP™ « MotorcycleDaily.com – Notizie sulle moto, editoriali, recensioni di prodotti e recensioni di moto

0
26


Red Bull KTM Factory Racing ha assaporato il dolce gusto del successo nel Gran Premio di casa, quando Brad Binder ha sfidato un folle Gran Premio Bitci Motorrad asciutto/bagnato von Österreich per vincere per la seconda volta nella sua carriera nella classe regina. Il sudafricano ha fatto sì che KTM salisse sul gradino più alto del podio per la seconda volta nel 2021 e per il secondo anno consecutivo al Red Bull Ring.

– Binder mostra una straordinaria abilità sul bagnato con pneumatici slick per vincere in Austria
– KTM possiede la MotoGP per la seconda volta nel 2021 con due piloti diversi
– L’impresa di Binder è la prima apparizione sul podio della stagione del sudafricano
– KTM ora ha cinque vittorie in Gran Premi da quando è entrata in MotoGP nel 2017

Il secondo assaggio del Red Bull Ring per la MotoGP si è svolto di fronte alla più grande affluenza di fan dall’inizio della pandemia, poiché lo sport ha riaccolto un’intera dotazione di spettatori per l’undicesimo round della campagna 2021. Anche il sole e le temperature decenti erano parte degli ingredienti per un attesissimo Gran Premio d’Austria, ma la gara stessa ha preso una svolta drammatica in ritardo con una pioggia pesante che ha ricoperto la pista per gli ultimi quattro giri del 28.

Il vincitore del 2020 a Spielberg, Miguel Oliveira, è stato il miglior corridore della KTM RC16 sulla griglia di partenza e ha occupato l’ultimo posto in terza fila, solo uno spazio davanti al compagno di squadra Brad Binder. È stato il sudafricano a fare la partenza più brillante mentre la coppia Tech3 KTM Factory Racing Iker Lecuona e Danilo Petrucci ha cercato di farsi strada attraverso il gruppo dalla seconda metà del gruppo.

Binder era salito al sesto posto quando ha iniziato a piovere e i leader si sono raggruppati quando le condizioni sono diventate più pericolose. I cinque piloti davanti a lui hanno deciso di rientrare ai box per passare alle impostazioni del tempo umido, ma Binder ha giocato d’azzardo e ha guidato con cautela la sua KTM RC16 al 1 ° posto mentre l’acqua precipitava. Il 26enne è quasi caduto ed è uscito di pista nell’ultimo giro con la pioggia più fitta. Aveva abbastanza margine per tornare a casa e scatenare celebrazioni sfrenate nel box della Red Bull KTM Factory Racing.

Anche Lecuona è rimasto in pista e ad un certo punto negli ultimi tre giri ha conquistato un podio. Lo spagnolo alla fine è stato superato dai piloti che caricavano con le gomme da bagnato ma il suo 6° posto rappresenta un record in carriera. Petrucci ha tagliato la bandiera al 12° posto.

Oliveira è stato conteggiato fuori dalla corsa con un incidente alla curva 1 con sei giri rimanenti e proprio mentre una doccia ha iniziato a cadere. Il 26enne sta ancora alle prese con il fastidio della microfrattura al polso destro e ora utilizzerà l’intervallo tra le gare per riabilitarsi ulteriormente.

Il Monster Energy British Grand Prix porterà la MotoGP a Silverstone per la prima volta in due anni e per il dodicesimo round tra due settimane.

Brad Binder: “È stato davvero spaventoso! Quando ho visto arrivare la pioggia stavo cercando di capire quanti secondi potevo perdere al giro e quando gli altri sono entrati ho deciso di rischiare. Ho potuto spingere forte nel primo giro, ma poi la gomma posteriore ha iniziato a scivolare quando la temperatura si è abbassata. Poi ho perso i freni in carbonio! Wow, penso che ci fosse qualcuno lassù a trattenermi oggi perché ci sono stati un paio di momenti in cui ho pensato che fosse finita. Qui davanti ai tifosi e alla gara di casa per KTM e Red Bull mi sono sentito come se dovessi rischiare. Vincere oggi è una follia”.

Michele Oliveira: “Sono deluso dal risultato, certo, ma fisicamente sto bene. Non sono state due settimane facili qui o il mio tempo più comodo sulla moto. È stata una giornata difficile per me ma allo stesso tempo fantastica per il team e con la vittoria di Brad, quindi congratulazioni a lui per la sua seconda vittoria in MotoGP”.

Iker Lecuona: “Ovviamente sono molto contento perché questo è stato il mio miglior risultato in MotoGP finora. È stata una gara pazzesca. Ho sentito che il grip stava calando molto, il che mi ha aiutato a decidere di rimanere in pista quando ha iniziato a piovere. Ho pensato ‘non ho niente da perdere’. Sono rimasto in pista e ho litigato bene con alcuni piloti. Ho perso il podio nell’ultimo settore, ma non è stato possibile con le slick. Sono molto felice e voglio ringraziare la mia squadra, che ha sempre lavorato bene anche in questo fine settimana. Inoltre un enorme grazie a tutte le persone che credono in me, in particolare alla mia famiglia”.

Danilo Petrucci: “E’ stata una gara molto difficile. Soprattutto all’inizio. Non ho avuto la possibilità di fermare la moto, ero molto lento e non ho avuto questo ritmo per tutto il weekend. È stata molto dura per me. Non sono sicuro di quale sia stata la ragione di ciò, ma è stato molto difficile per me essere veloce. Poi è arrivata la pioggia e volevo solo rimanere sulla moto e cercare di vedere la bandiera. Almeno abbiamo fatto punti”.

Mike Leitner, Race Manager Red Bull KTM: “C’è molto da dire ma allo stesso tempo non troppo! Portare a casa questa vittoria è davvero sorprendente. Brad era tra i primi sei quando le condizioni hanno cambiato la gara molto velocemente. Miguel è stato vittima della pioggia e ne siamo rimasti piuttosto delusi, ma Brad ha continuato. In un certo senso era un gioco d’azzardo e in un altro era un forte calcolo da parte sua. Non abbiamo inviato alcun messaggio sul cruscotto che sarebbe dovuto entrare; lo lasciammo decidere perché era l’unico che conosceva le condizioni. Ha fatto benissimo. Percorrere gli ultimi due giri con le gomme slick è stato fantastico. È quasi caduto ad ogni curva ma è riuscito a portarlo a casa. Anche Iker si è comportato molto bene. Voglio ringraziare tutte le persone KTM qui e in fabbrica. Lo dico sempre; ma tutti noi lavoriamo per risultati come questi ed è stato fantastico vedere così tanti fan qui allo Spielberg. I risultati tra le categorie mostrano quanto sia effettivamente alta la determinazione di questa azienda”.

Risultati MotoGP Michelin Grand Prix della Stiria 2021

1. Brad Binder (RSA), Red Bull KTM Factory Racing 40:46.928
2. Francesco Bagnaia (ITA) Ducati +9.991
3. Jorge Martin (ESP), Ducati +11.570
4. Joan Mir (ESP), Suzuki +12.623
5. Luca Marini (ITA) Ducati +14.831
6. Iker Lecuona (ESP), Tech3 KTM Factory Racing +14.952
12. Danilo Petrucci (ITA), Tech3 KTM Factory Racing +25.193
DNF. Miguel Oliveira (POR), Red Bull KTM Factory Racing

Puoi seguire qualsiasi risposta a questa voce attraverso il RSS 2.0 alimentazione. Puoi saltare alla fine e lasciare una risposta. Il Pinging non è attualmente consentito.