Il proprietario di Harley-Davidson LiveWire viaggia dal Messico al Canada

0
267



Dal lancio di Harley-Davidson LiveWire, la maggior parte della sporcizia rivolta alla macchina è l'ormai familiare gamma, la ricarica e il tipo di chiacchiere. Abbastanza giusto, la prima moto elettrica di H-D è un kit costoso, ma come conferma questa storia, non si limita solo alla guida urbana.> Cerchi di comprare o vendere una moto? Prova oggi il nostro mercato! Diego Cardenas è l'uomo che ha trascorso il suo cinquantesimo compleanno facendo ciò che ama, andando in motocletta. Dopo aver prestato il suo recente acquisito Harley-Davidson LiveWire a riviste statunitensi per alcuni test su strada, è arrivato all'opinione che un viaggio a lunga distanza (come, adeguatamente a lunga distanza) sulla macchina non fosse fuori discussione.
Recensione di Harley-Davidson LiveWire Visordown Per mettere alla prova la teoria, Cardenas decise di celebrare colpendo con stile mezzo secolo, guidando da sud a nord, dal confine messicano all'inizio del Canada, un gigantesco 1.400 miglia. Piuttosto che semplicemente prendere la moto agli estremi, con corse veloci o Iron Butt Rally (1.000 miglia al giorno), Cardenas ha deciso di provare a confutare alcuni dei miti che accompagnano le motociclette elettriche, la maggior parte dei quali sono detenuti da persone che non ne hanno mai guidato uno. aiutando a pianificare il viaggio, Cardenas ha utilizzato l'app Plugshare, permettendogli di pianificare un percorso che includeva punti di ricarica lungo la strada. Come ingegnere informatico e subacqueo, sapeva anche che era importante pianificare l'imprevisto, il che significa che un punto di ricarica di tipo B era sempre necessario in caso di stazioni di ricarica rotte.> Cerchi di acquistare o vendere una motocicletta? Prova oggi il nostro mercato! Parlando con Elektrek del suo viaggio, ha detto: “La mia più grande preoccupazione erano le stazioni rotte! In passato ero un subacqueo e sono un professionista IT, quindi so che sono necessari sistemi di ridondanza o backup per evitare tempi di inattività. Quindi, quando ho iniziato a pianificare il viaggio utilizzando l'app Plugshare, avrei cercato di individuare le fermate di ricarica che avevano più stazioni e una fermata secondaria a poche miglia da quella principale. “Ora tieni presente che alcune località che erano pianificate non lo facevano avere un'opzione, in particolare il corridoio I-5 nella valle centrale della California o entrare in Oregon. Per la maggior parte, tutto è andato in panico. Ho anche provato ad arrivare ad ogni fermata con almeno 7 miglia di autonomia in modo da poter raggiungere la stazione secondaria in caso di emergenza. C'è stato un caso in cui non c'era una stazione di backup e il primario era inattivo, quindi ho deciso di terminare la giornata in anticipo e passare la notte in un hotel dove ho caricato il cavo di livello 1 della moto. ”Considerando che la corsa si è svolta in estate , non sono stati i problemi con la moto o Cardenas. In effetti, l'unica volta in cui la moto doveva essere spostata sotto il vapore di un altro veicolo è stato quando sua moglie è svenuta per l'esposizione al calore! "Il mio terzo giorno sulla strada, mia moglie ha subito un episodio di colpo di calore durante una delle nostre fermate ed è svenuta. L'ho valutata sul posto e l'ho riavviata. Ci siamo riposati in macchina per alcune ore, e una volta che si è sentita meglio, le ho chiesto se voleva che la chiamassi. La mia famiglia viene prima di ogni altra cosa nella vita. Mi ha detto che stava bene e voleva che continuassi. Quindi, siamo tornati sulla strada per i successivi circa 80 chilometri. "Quando sono arrivato alla mia prossima fermata, mi sono reso conto che non avevo il portachiavi della moto. Ciò significava che la moto non si avviava se la spegnessi! Quindi, dopo aver esaurito tutte le opzioni, incluso il tentativo di avviare la moto con il mio PIN, abbiamo dovuto rimorchiare la moto indietro di 80 miglia per vedere se potevamo trovare la chiave dove è svenuta. Al nostro arrivo non abbiamo trovato la chiave, quindi è stato avviato il piano C, che prevedeva che mia figlia maggiore mi inviasse il mio portachiavi di riserva da Los Angeles. Ciò significava che dovevo fermarmi per un altro giorno e mezzo nel viaggio. ”Mentre l'impresa di salire sulla costa occidentale degli Stati Uniti non mostra ancora del tutto che le moto elettriche sono alla pari con i loro concorrenti a benzina, prova almeno che con un po 'di pianificazione e previdenza, un lungo tour in moto elettrica non è fuori discussione. Probabilmente è meglio prendere un equipaggio di supporto al seguito però! Clicca qui per vedere la nostra recensione completa della Harley -Davidson LiveWire.