FIM fornisce aggiornamenti sul caso di doping di Andrea Iannone

0
53



L'organo di governo della FIM ha confermato l'udienza di Andrea Iannone presso la Corte Disciplinare Internazionale (CDI), ma rivela che il caso è "in corso" senza che una decisione sia presa per almeno 10 giorni.> Cerchi di acquistare o vendere una motocicletta? Prova oggi il nostro mercato! L'italiano ha partecipato all'udienza per presentare il suo caso contro una sospensione provvisoria dei farmaci a partire dal 17 dicembre a seguito di un test fallito durante l'evento malese della MotoGP di lunedì 3 novembre. Test positivo per lo steroide androgeno anabolico esogeno "chiamato Drostanolone, è stato anche scoperto che il campione di Iannone B conteneva tracce della sostanza, anche se in piccola quantità. L'udienza determinerà se è costretto a scontare un divieto formale – fino a due anni – o se sarà autorizzato a competere con Aprilia nel Campionato mondiale MotoGP 2020. Per ora, la FIM ha solo confermato che l'udienza è "ancora in corso fino a quando non viene presa una decisione CDI" e che la sua sospensione rimane in vigore. campione di capelli prelevato durante i test antidoping FIM che non mostrano tracce di steroidi. Dice che una decisione è stata quindi ritardata di 10 giorni, il che significa che Iannone – come previsto – salterà il secondo test pre-stagionale a Sepang.> Cerchi di acquistare o vendere una moto? Prova oggi il nostro mercato! Dichiarazione FIM completa – 4/2/20 “A seguito di un test di doping di routine in corso condotto durante il round del campionato mondiale FIM Grand Prix tenutosi a Sepang, in Malesia il 3 novembre 2019, Andrea Iannone si è dimostrato positivo per una sostanza vietata dalla WADA ed è ora temporaneamente sospeso dal 17 dicembre 2019. "Andrea Iannone ha richiesto l'analisi del suo campione B, confermando anche il risultato dell'analisi del campione A." L'audizione dell'International Disciplinary Court (CDI) ha avuto luogo oggi presso la sede della FIM alla presenza di una giuria di tre giudici del CDI in cui il sig. Iannone ha avuto l'opportunità di presentare il suo caso: "Il procedimento è ancora in corso fino a quando non viene presa una decisione CDI. Il sig. Andrea Iannone rimane temporaneamente sospeso fino ad allora ed è quindi vietato partecipare a qualsiasi competizione di motociclismo o attività correlate fino a nuovo avviso. "Ai sensi del Codice mondiale antidoping e del Codice antidoping FIM, la FIM non è in grado di fornire ulteriori informazioni in questo momento."