Mondo Gare

“Senza quel problema avremmo vinto”

Valentino Rossi ad un passo dal successo alla 12 Ore del Golfo, l’equipaggio del team WRT è stato a lungo in testa alla gara ma nel finale è stato frenato da un problema tecnico. L’anno prossimo il Dottore parteciperà al Mondiale Endurance (WEC) 2024

La stagione dei motori non si è ancora conclusa del tutto. E proprio da Valentino Rossi arriva un acuto sotto l’albero di Natale. Il Dottore ha chiuso il 2023 col botto. Un bell’exploit il secondo posto conquistato dal Dottore alla 12 Ore del Golfo che si è disputata a Yas Marina (Abu Dhabi), valida per l’Intercontinental GT Challenge.

Il 9 volte iridato nel Motomondiale, a bordo della WRT, insieme ai suoi compagni di squadra Nick Yelloly e Dries Vanthoor, è arrivato a tanto così, appena 12 secondi dall’equipaggio Mercedes che si è aggiudicato la corsa alla fine di 348 giri sulla pista di Abu Dhabi dopo poche settimane fa si è concluso il Mondiale di F1.

Per Valentino da una parte un modo di chiudere alla grande questa sua ennesima esperienza su quattro ruote nel GT World Challenge prima di passare al WEC l’anno prossimo ma anche un pizzico di rammarico per aver sfiorato la vittoria che come sottolinea lo stesso pilota di Tavullia sarebbe arrivata senza un problema tecnico che ha frenato la sua squadra durante la gara.

Valentino Rossi, secondo posto alla 12 Ore del Golfo a Yas Marina

Valentino Rossi ha chiuso alla grande l’esperienza nel GT World Challenge prima del grande salto nel WEC, il prossimo anno. Il Dottore, al volante della Bmw M4 GT3 #46 preparata da Wrt, insieme ai suoi compagni di squadra Nick Yelloly e Dries Vanthoor, ha infatti chiuso al secondo posto la 12 Ore del Golfo ultima tappa stagionale del campionato che riunisce alcune delle gare di durata più importanti del mondo Gran Turismo.

Sul circuito di Yas Marina ad Abu Dhabi, Rossi ha chiuso alle spalle della Mercedes-Amg GT3 del team GruppeM affidata a Mikael Grenier, Luca Stolz e Maro Engel. Terza l’altra Mercedes di Fabian Schiller, Maximilian Götz e Jules Gounon, quest’ultimo vincitore del campionato.

Rossi si mangia le mani, la vittoria sfuma per un problema

Davvero una grande gara quella di Valentino Rossi ad Abu Dhabi. La vittoria alla fine di 348 giri sulla pista di Yas Marina è sfuggita per soli 12 secondi. Davvero un’inezia al termine di 12 ore molto combattute. Che il Dottore ha anche condotto davanti nella parte centrale della corsa. Proprio nel momento in cui Rossi era al volante si è ritrovato primo.

Purtroppo al momento del cambio con Nick Yelloly, un problema alla pedaliera è costato diversi secondi alla squadra, permettendo alla Mercedes di GruppeM di tornare in testa. Nel finale Rossi ha provato a forzare sui tempi, recuperando qualcosa sulla Mercedes in testa ma non abbastanza per tornare sotto. Dovendosi quindi accontentare del secondo posto.

Valentino Rossi: “Peccato, la vittoria era a un passo”

Il nove volte campione del mondo in moto ha commentato tra soddisfazione e un pizzico di rammarico la gara. Valentino Rossi ha chiuso il suo 2023 a quattro ruote con un bilancio di 4 podi e 2 vittorie tra GTWC Europe, IGTC e Road to Le Mans. Il prossimo anno Valentino si misurerà nel WEC, sempre con il team WRT.

“L’auto è andata molto bene e la squadra ha lavorato al meglio, io mi sono divertito molto insieme ai miei compagni. Sono molto felice dei progressi che ho fatto durante questa stagione. Il weekend è stato fantastico, sono riuscito a centrare il mio sesto podio stagionale. Abbiamo fatto una gara quasi perfetta, ma poi abbiamo riscontrato un piccolo problema la pedale e abbiamo perso 14 secondi”.

Lorenzo lancia la sfida a Rossi su 4 ruote

Due Ruote News

Due Ruote News, Prove su strada moto. Test drive e comparative video, Saloni e news sul mondo del motociclismo.

Articoli correlati

Back to top button