Ruote SpinForged Ultima tecnologia di fusione/forgiatura sviluppata internamente da Yamaha « MotorcycleDaily.com – Notizie sulle moto, editoriali, recensioni di prodotti e recensioni di moto

0
24


Potresti essere sorpreso che anche alcuni dei più grandi produttori di motociclette esternalizzino un certo numero di parti delle loro motociclette a fornitori di terze parti. Yamaha ha un’orgogliosa tradizione di fusione e forgiatura interna di parti in alluminio e ha sviluppato diverse tecniche innovative per migliorare la resistenza e ridurre il peso di alcune parti, comprese le ruote.

La recente introduzione del riprogettato 2021 MT-09 ha detto che le ruote erano SpinForged, un processo sviluppato da Yamaha che si traduce in uno spessore del cerchio ridotto da 3,5 mm a 2 mm. Questo nuovo processo è descritto nel seguente comunicato stampa di Yamaha e nel video incorporato di seguito:

Un “barista” in alluminio il cui lavoro ha portato ad alleggerire il peso

Sviluppate per la nuovissima motocicletta 2021 MT-09, le ruote SpinForged di Yamaha hanno stabilito un modo nuovo e innovativo per ridurre il peso attraverso il processo di formatura del flusso con cui sono fabbricate. Uno dei fattori chiave che ha portato all’applicazione di successo di questo metodo con una moto di serie per la prima volta al mondo è stato lo sviluppo di una speciale lega di alluminio studiata appositamente per la formatura a flusso da parte dei reparti di ricerca sui materiali interni di Yamaha. In questo numero, presentiamo lo specialista dell’alluminio in Yamaha che ha svolto un ruolo centrale nel processo di sviluppo per la creazione di queste nuove ruote leggere e alcune delle sfide che ha dovuto affrontare.

Sfruttare il talento di uno specialista nella ricerca sull’alluminio

“Il solo cambiamento di alcune condizioni può alterare completamente il modo in cui reagisce l’alluminio, o la sua ‘personalità’ per così dire”, afferma Kahori Oshima della divisione Materiali di Yamaha Motor. Parla del metallo come se presentasse allegramente un amico o un conoscente intimo. “A volte può essere davvero delicato, spesso dandoci zero margine per gli aggiustamenti”. Nonostante questa “personalità”, l’alluminio è un materiale essenziale utilizzato per creare le nostre motociclette, motori fuoribordo e vari altri prodotti Yamaha.

Da quando è entrata a far parte dell’azienda, Oshima ha lavorato come ricercatrice di materiali specializzata in alluminio e il suo lavoro e le sue scoperte hanno conquistato il suo plauso e la sua fiducia dai bracci di sviluppo e produzione di Yamaha. “È come una barista per l’alluminio e le sue capacità nel preparare questi ‘cocktail’ sono qualcosa di cui Yamaha è molto orgogliosa”, afferma la sua superiore.

Inoltre, mentre il materiale stesso può essere definito semplicemente “alluminio”, ciò che viene richiesto al materiale può variare notevolmente a seconda del prodotto in questione, del pezzo da utilizzare e del metodo di lavorazione richiesto. “Yamaha ha una vasta collezione di ‘ricette’ in alluminio create dai nostri predecessori e questo è uno dei nostri punti di forza”, continua Oshima. “Qui abbiamo un’etica secondo cui l’alluminio è un’area di produzione in cui non dobbiamo mai essere surclassati, e penso che ciò che sta dietro a ciò sia il fatto che la Yamaha ha fatto a lungo la fusione da sola. Quella fiducia e orgoglio ci spingono.“

Lavorare con l’alluminio comporta un attento controllo della temperatura del metallo fuso rovente, la miscelazione della miscela segreta di elementi aggiuntivi e quindi il trattamento termico del pezzo formato per rifinirlo. Il compito di Oshima come ricercatrice è fare appello alle sue conoscenze accademiche e applicare nuove idee per trovare il giusto equilibrio tra rigidità e flessibilità, perseguendo non solo un’eccellente forza e robustezza complessive, ma anche la bellezza.

Innovazioni nate in fabbrica

Le nuove ruote in alluminio montate sull’ultima MT-09 sono lavorate utilizzando la formatura a flusso e sono una straordinaria manifestazione della ricerca di Oshima.

Nello sviluppo di questo modello, Yamaha ha intrapreso una nuova e ambiziosa sfida di estrema riduzione del peso, guidata dall’idea che se si possono in qualche modo aumentare le caratteristiche di base dell’alluminio, stimoleranno nuove innovazioni che arriveranno dalla fabbrica stessa. I reparti di ingegneria e produzione si sono entrambi lanciati nel progetto e hanno creato con successo una speciale lega di alluminio e un processo di trattamento termico che anche i loro predecessori dovevano ancora inventare. Questa combinazione ha permesso all’azienda di offrire le prime ruote per moto formate dal flusso prodotte in serie. Chiamandole Yamaha SpinForged Wheels, ognuna vanta cerchi di soli 2 mm di spessore (rispetto ai 3,5 mm del modello precedente) e le ruote anteriori e posteriori insieme sono più leggere di circa 0,7 kg. La riduzione del peso è tra i compiti più impegnativi del settore e un tale successo rende queste ruote degne di essere salutate come innovative.

“Quello con cui abbiamo lottato di più è stato non avere parametri su cui andare avanti. Senza di loro per la valutazione, non possiamo capire dove dobbiamo fissare il nostro obiettivo, quindi è stato certamente difficile sviluppare un materiale e costruire un metodo di valutazione appropriato allo stesso tempo”, confessa Oshima. Tuttavia, la lotta e il duro lavoro hanno reso il risultato molto più gratificante e ha un immenso orgoglio per queste ruote.

“Ad esempio, se è solo forza, l’alluminio non può battere il ferro. Ma d’altra parte, l’alluminio ha vantaggi come la sua leggerezza, resistenza alla corrosione, alta lavorabilità e la sua bellezza. Anche se il nostro Monozukuri cambiamenti in futuro, sono certo che l’alluminio rimarrà un materiale d’elezione. Credo che il mio ruolo di ricercatore di materiali sia quello di estrarre e migliorare quel potenziale”.

Il viaggio del casting di Yamaha Motor

Le nostre radici nella tecnologia di fusione risiedono nelle tecniche utilizzate per fondere i telai dei pianoforti presso Nippon Gakki Co., Ltd. (l’odierna Yamaha Corporation). Queste tecniche sono state adattate e applicate per creare il motore e le parti per la prima moto Yamaha nel 1955, la YA-1. Da allora, Yamaha ha continuato a produrre una miriade di parti non solo per motori motociclistici, ma anche per telai, prodotti nautici, motori per auto e altro ancora, tutto internamente. La capacità di fondere internamente parti e componenti sia grandi che piccoli ci ha reso una rarità tra i produttori di motociclette del mondo.

La produzione delle ruote per le nostre moto è un buon esempio di questa capacità. Oltre alle ruote in alluminio pressofuso sottovuoto, Yamaha è riuscita a fondere ruote in magnesio per la produzione di massa con la YZF-R1 nel 2015, qualcosa che una volta si pensava irrealizzabile per un prodotto ad alto volume. Il processo di formatura del flusso per la creazione delle ruote Yamaha SpinForged era già spesso utilizzato anche nella produzione di ruote per auto, ma le ruote per moto richiedono un design accattivante su entrambi i lati, adattando così la formatura per il nostro settore presentando ostacoli elevati. Per eliminarli, Yamaha ha selezionato con cura una variante in alluminio con cui lavorare, ha condotto ripetute sperimentazioni di diverse combinazioni di leghe alla ricerca della giusta resistenza e tenacità duratura e ha ideato il metodo di trattamento termico ideale da abbinare. La ruota Yamaha SpinForged è stato il risultato di questo lavoro e altro ancora.

Gli stabilimenti Yamaha hanno dato vita a numerose nuove tecnologie nel campo della colata, dalla nostra tecnologia di pressofusione di alluminio a riempimento controllato (CF) in grado di produrre in serie parti grandi ma sottili al nostro cilindro DiASil interamente in alluminio, una novità mondiale. Questi risultati sono alla base dell’orgoglio profondo e di lunga data degli artigiani nei cantieri Yamaha, ritenendo che l’esperienza dell’azienda nella fusione dell’alluminio sia uno dei suoi maggiori punti di forza e un campo in cui deve sempre essere un leader.

Puoi seguire qualsiasi risposta a questa voce attraverso il RSS 2.0 alimentazione. Puoi saltare alla fine e lasciare una risposta. Il Pinging non è attualmente consentito.