Perché c'è confusione intorno alla VR46 di Valentino Rossi …

0
212



Era la notizia che molte persone stavano aspettando. Ma poi non è stato … In vista della MotoGP spagnola del 2021 a Jerez è stato diffuso un comunicato stampa affermando che la VR46 – la squadra di proprietà e gestita dallo stesso Valentino Rossi – avrebbe fatto il passo verso il Campionato del Mondo MotoGP a tempo pieno nel 2022. Il comunicato stampa affermava che sarebbe stato finanziato con finanziamenti dall'Arabia Saudita, in particolare dal colosso petrolifero Aramco, sebbene la comunicazione stessa provenisse da Tanal Entertainment, una holding appartenente al principe Abdulaziz bin Abdullah Al Suad, un membro della famiglia reale saudita. Suona certamente ufficiale, i dettagli dell'accordo sembrano aver colto alcuni di sorpresa, con Aramco che avrebbe affermato di non essere a conoscenza di alcun contratto, mentre il comunicato stampa era particolarmente vago, omettendo le citazioni, il che sembra sorprendente per un annuncio di tale portata. Lo stesso Rossi è stato inizialmente evasivo riguardo all'annuncio, ma in seguito avrebbe continuato a dire che non capisce perché Aramco stia facendo la stupida dicendo 'sappiamo di avere un accordo con Aramco a fare la squadra [MotoGP] ", ha insistito Rossi. "… Non so sinceramente [perché] Aramco dice di non sapere!" Articoli correlati Finora, così confuso … e le sfumature della squadra di Onde 2000 dalla vita bizzarra che aveva soldi legati alla Guinea equatoriale e al Il team JR Racing WorldSBK sponsorizzato dalla Repubblica Dominicana che “ non è mai esistito '' che si è lanciato con Troy Corser e poi ha smesso di rispondere alle sue chiamate.Per la maggior parte, però, questo sembra essere un caso di alcune parti che non riescono a “ sincronizzare gli orologi '' per avere un messaggio comune su tutta la linea perché pochi hanno dubbi, VR46 si sta davvero preparando a fare il passo verso la classe MotoGP nel 2022 con l'inizio del nuovo ciclo di contratti di squadra in MotoGP. Anche il coinvolgimento di Aramco non sorprende. L'azienda è diventata sempre più visibile nel motorsport negli ultimi due anni, prestando il suo sostegno a numerose gare di F1, mentre quest'anno vedrà il primo Gran Premio dell'Arabia Saudita, a seguito degli eventi inaugurali di Formula E e Rally Dakar in il regno di recente, ma questo annuncio apparentemente prematuro ha i suoi rischi. L'Arabia Saudita è stata accusata negli ultimi mesi di utilizzare il motorsport come un modo per "lavare" la sua reputazione e distrarre da presunte violazioni dei diritti umani. Grant Liberty, un'organizzazione senza scopo di lucro “ che mira a difendere i diritti umani in tutto il mondo '' afferma che più di 1,5 miliardi di dollari sono stati spesi in ciò che chiama “ lavaggio sportivo '' per rafforzare la reputazione globale dell'Arabia Saudita. Il motorsport è una mossa logica, ma la risposta dei social media per VR46 è stata piuttosto negativa. Tuttavia Rossi è convinto che il suo passaggio alla sponsorizzazione sportiva sia un passo positivo verso l'Arabia Saudita che migliora la sua situazione interna ". In particolare Aramco negli ultimi anni supporta molti sport diversi dal calcio ed è anche molto nel motorsport. Supporta anche Formula 1. Per noi è un partner importante e può aiutarci a fare squadra in MotoGP. "E dopo per il resto vedremo, forse possiamo fare qualcosa per migliorare la situazione. Ma dal nostro punto di vista il nostro rapporto è per quello. ”Nonostante l'evasività, chi ha un occhio attento ai dettagli potrebbe aver notato Marco Bezzecchi – pilota della Moto2 di VR46 – indossare nuovi adesivi sulle sue tute dicendo 'KSA New Cities' come a suggerire che ci sono già dei soldi che fluiscono dall'Arabia Saudita Da Arabia a VR46 Valentino Rossi correrà per VR46? Non lo esclude, anche se come sempre Rossi rimane molto timido sul fatto che sarà in griglia nel 2022. Le sue parole sopra sono arrivate prima del suo fine settimana meno convincente in Moto GP quando si qualificò 17 ° e finì esattamente lì in una gara che ha visto salire sul podio il suo compagno di squadra Petronas SRT Yamaha Franco Morbidelli. Sembra che la promozione della VR46 sia per lo più separata dalle azioni di Rossi. È già entrato nelle acque della MotoGP per il 2021 sostenendo Luca Marini in un giro in Avintia Ducati. Si prevede in gran parte che l'ingresso di VR46 subentrerà ad Avintia, anche se non è stato escluso che possa diventare lo sforzo satellitare ufficiale con Yamaha mentre Petronas SRT sta considerando le sue opzioni anche per il 2022.