Mondo Gare

il team di Valentino Rossi VR46 lo lascia andare, è ufficiale!

Il Mooney VR46 Racing Team ha comunicato che Luca Marini saluterà il team alla fine di questa stagione 2023, ora manca solo l’annuncio del passaggio in Honda

Il primo passo è fatto. Luca Marini da domenica sera non sarà più un pilota del Mooney VR46 Racing Team. Proprio nel sabato del Gran Premio di Valencia è arrivata la comunicazione ufficiale del “divorzio” tra la scuderia di Valentino Rossi e il fratello del Dottore che pochi mesi era stato confermato per il 2024. A questo punto manca solo l’annuncio del passaggio di Marini alla Honda HRC per prendere la moto lasciata vacante da Marc Marquez in direzione Ducati Gresini.

Marini lascia però così sedile vacante sulla Ducati del Team Mooney VR46, adesso il team manager, Uccio Salucci ma anche lo stesso Vale Rossi che sarà a Valencia per il gran finale, incassato l’addio di Marini dovrà comunicare a breve il nome del suo sostituto che dovrebbe, potrebbe, essere Fabio Di Giannantonio. A meno di colpi a sorpresa nelle prossime ore.

MotoGP: Luca Marini lascia il Mooney VR46 Racing Team

Dopo sei stagioni insieme, il Mooney VR46 Racing Team ha confermato che Luca Marini lascerà la scuderia alla fine della stagione 2023, il che significa che la gara di domenica al Gran Premio Motul de la Comunitat Valenciana sarà l’ultima dell’italiano per la squadra.

MotoGP: Marini in Honda HRC, manca solo l’annuncio

A questo punto mancano solo la firma (se non è già arrivata) e l’annuncio. Ma di fatti Luca Marini è il nuovo pilota del team ufficiale Honda HRC. Dopo aver incassato il colpo dell’addio tra mille polemiche di Marc Marquez desideroso di voltare pagina e salire su una Ducati (sarà quella del team Gresini vincitore con Alex Marquez in Malesia) la Honda ha scelto il successore dello spagnolo e lo ha individuato in Luca Marini.

Dopo un casting abbastanza prolungato che ha riguardato diversi piloti, Pol Espargaro, Miguel Oliveira, i giovani Acosta e Aldeguer, la Honda sembrava orientata verso Fabio Di Giannantonio, appiedato proprio da Gresini per fare posto a Marquez. Invece poi nelle ultime due settimane ha preso piede l’ipotesi Luca Marini.

MotoGP, il saluto di Marini al Team VR46

Luca Marini: “Ho trascorso la maggior parte della mia carriera in Campionato in questo team e quindi i momenti più significativi della mia carriera sono legati a questo gruppo di persone. Insieme siamo cresciuti tanto e ci siamo tolti tante soddisfazioni. Questo è il mio ultimo Gran Premio con il Mooney VR46 Racing Team. C’ho pensato tanto prima di prendere questa decisione e valutato le nuove sfide che dovrò affrontare. Lascio un Team fantastico che ha contribuito alla mia crescita e alle mie conoscenze tecniche. È il momento di intraprendere un nuovo percorso con entusiasmo, senza rinnegare ciò che è stato ma con lo sguardo rivolto al futuro”.

MotoGP, Salucci e Valentino Rossi prendono Di Giannantonio?

Adesso la palla passa nelle mani di Uccio Salucci. Deve essere lui a trovare il sostituto di Marini. Che ci sarebbe già. Incassato il “no” da Fermín Aldeguer talento spagnolo bloccato però da Luca Boscoscuro, in proprietario del team della Moto2 Speed Up, tutto porta a Fabio Di Giannantonio che dopo essere stato bruciato da Ducati Gresini in favore di Marquez, da Honda per Luca Marini, spera con le ultime prestazioni, vittoria in Qatar su tutte, di convincere Valentino Rossi e Salucci.

Intanto Alessio Salucci, Team Director VR46 saluta Marini: “Ho visto Luca crescere davvero, da quando era piccolo, poi da un punto di vista del motorsport ho avuto il piacere di vederlo diventare uno dei piloti migliori in MotoGP™. Sono davvero contento di aver condiviso sei fantastiche stagioni con lui in questo progetto. Dalle prime soddisfazioni in Moto2™, il secondo posto in Campionato nel 2020, poi il debutto in MotoGP™, la nascita del nostro Team in top class e un 2023 che lo ha visto come un vero protagonista. Luca è un professionista come pochi, un vero appassionato ancor prima di essere un pilota e un gran lavoratore. È un peccato lasciarlo andare, sarà un avversario davvero tosto in futuro ma un’occasione del genere è troppo importante per non essere considerata. Io e tutto il Team gli auguriamo sinceramente un grosso in bocca al lupo”.

MotoGP, Bagnaia campione del mondo in Qatar se… tutte le combinazioni

Due Ruote News

Due Ruote News, Prove su strada moto. Test drive e comparative video, Saloni e news sul mondo del motociclismo.

Articoli correlati

Back to top button